Stampa questa pagina
Primavera, Bologna-Salernitana 2-1: i rossoblù superano di rigore i granata e si avvicinano alla promozione foto di Pietro Pieralisi

Primavera, Bologna-Salernitana 2-1: i rossoblù superano di rigore i granata e si avvicinano alla promozione

Scritto da  Mar 31, 2019

Quasi 90 minuti di sofferenza per decretare quello che alla vigilia doveva essere un risultato quasi certo: il Bologna primavera, dopo la vittoria del Viareggio, riesce a passare sulla Salernitana al Biavati grazie alla doppietta di Leonardo Mazza su rigore, rimontando una partita che si era messa decisamente male nel corso del primo tempo. Con i tre punti ottenuti oggi sui granata i rossoblù mantengono a cinque le lunghezze di vantaggio sulla Spal a due giornate dal termine: contro lo Spezia basterà un punto per la promozione matematica in Primavera 1.

Primo tempo: la prima frazione della gara si apre col Bologna proteso in avanti alla ricerca del vantaggio che metterebbe in sicuro una parte di promozione, con Stanzani che dopo poco più di dieci minut pesca Koutsoupias tutto solo in area di rigore, col centrocampista greco che spreca sparando alto. Poco dopo, tra, il ventesimo e la mezz'ora di gioco, sale in cattedra uno degli eroi del 'Viareggio', Alex Cossalter, che prima tenta di sorprendere Russo con un destro a giro che termina fuori di poco e successivamente, approfittando di un lancio coi contagiri di Militari, tenta la giocata al volo, senza però trovare lo specchio. A quattro giri di lancette dal termine arriva la doccia fredda per i rossoblù, con Iannone, nel primo tempo tra i migliori nelle fila dei granata, che pesca bene Bortolotta, bravo ad arrivare a tu per tu con Fantoni e a battere il portiere di casa, portando avanti i suoi; neanche il tempo di riposizionarsi e lo stesso Iannone cerca la giocata d'alta scuola, con un pallonetto dalla trequarti che si spegne poco sopra la traversa.

Secondo tempo: pronti via e Troise lascia negli spogliatoi Busi, Koutsoupias e Cossalter inserendo Piccardi, Visconti e Rabbi con lo scopo di dare nuovo volto e linfa alla squadra. E così succede. La prima occasione la firma Cassandro, il cui tiro viene incredibilmente murato dalla difesa avversaria; poco dopo è Marino a far correre brividi freddi lungo la schiena di Fantoni, ma la conclusione del centrocampista granata termina lontano dalla porta.
Al 12' l'azione che cambia la partita: Rabbi riceve palla in area e viene atterrato da Iannone, fino a quel momento perfetto; sul dischetto si presenta Mazza che spiazza Russo e pareggia la gara. Gara che il Bologna rischia di ribaltare pochi minuti più tardi quando Corbo, da punizione, lascia partire un destro teso e forte che Russo riesce a deviare lontano. Poi, al penultimo respiro, il vantaggio rossoblù: Farinelli si incunea in area e viene steso da Galeotafiore, con capitan Mazza che si ripresenta sul punto di battuta del rigore e cambia angolo, portando i suoi avanti a cinque dal termine. L'ultimo respiro è però di marca granata, col tiro di Rossi in pieno recupero che finisce a centimetri dallo specchio.

Il tabellino della gara
Bologna (4-3-3): Fantoni; Barnabà (32' st Lunghi), Corbo, Cassandro, Busi (1' st Piccardi); Militari, Mazza, Koutsoupias (1' st Visconti); Stanzani (21' st Farinelli), Nivokazi, Cossalter (1' st Rabbi). Allenatore: Troise
Salernitana (4-3-1-2): Russo; Granata, De Foglio (32' st Galeotafiore), Fucci, Gambardella; Sette (1' st Iurato), Marino, Volpe (27' st Rossi); Di Battista; Iannone (27' st De Sarlo), Bartolotta.
Arbitro: Ricci di Firenze
Reti: 41' pt Bartolotta (S), 13' st rig. Mazza (B), 41' st rig. Mazza (B)
Ammoniti: Iurato (S), Corbo (B), Mazza (B)

Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.