foto Il Mattino foto Il Mattino

Terza vittoria consecutiva: anche il Sassuolo domato 2 a 1

Scritto da  Mar 31, 2019

BOLOGNA - Tre punti pesantissimi conquistati da un Bologna tenace e volitivo: 2 a 1 e Sassuolo ridimensionato. Tutti sugli scudi ma certo è che che particolare attenzione va ai due cambi di mister Mihajlovic nel secondo tempo: Pulgar e Destro i marcatori.
Per i primi dieci minuti le squadre si studiano anche se i rossoblù sembrano più attivi, soprattutto con Palacio che si dà molto da fare in fase offensiva.
Al 14’, tuttavia, il Sassuolo si lancia in ripartenza e la mediana e la difesa bolognesi sembrano impreparate. Tanto che il pallone arriva in area a Babacar che riesce ad anticipare gli avversari e a infilare in rete. L’arbitro Guida, però, ascolta il Var che segnala una posizione di fuorigioco e il gol viene annullato
La squadra di Mihajlovic rialza il baricentro e Palacio conquista un calcio d’angolo.  Sugli sviluppi, Dijks impegna da fuori Consigli e successivamente la sfera capita sui piedi di Orsolini ma l’attaccante marchigiani non trova la porta per pochi centimetri.
Al 20’ terzo angolo per il Bologna ma sfocia in una ripartenza per i neroverdi e Helander è costretto a prendersi un’ammonizione, per evitare pericoli.
Passata mezz’ora di gara, risalta più l’impegno delle due formazioni più che pericoli veri.
Al 34’ è il Sassuolo a rendersi pericoloso; Sensi entra in area dalla sinistra ma è perfetto l’intervento di Helander che devia la traiettoria del pallone, sventando il pericolo.
Cinque minuti più tardi, l’occasionissima capita sui piedi di Sansone ma dopo un buon dribbling a rientrare, il pallone che scaglia a rete è “morbido” e Consigli blocca.
Al 42’ ancora Palacio riceve e difende benissimo vicino all’area e subisce un fallo per una punizione invitante per i rossoblù. La punizione di Orsolini trova attento Consigli che si trova deviata anche la volée successiva di Palacio. Grande parapiglia in area ma alla fine è il Sassuolo a disinnescare il pericolo.
Plastica, invece, la parata di Skorupski, un minuto più tardi, dopo un tiro da fuori area di Babacar.
Niente altro in cronaca per la prima frazione di gioco.
Nei primi cinque minuti del secondo tempo è il Sassuolo a farsi più intraprendente ma l’opportunità migliore capita al Bologna con Orsolini che è pochi metri dalla porta non riesce ad insaccare il pallone, guadagnando solo un corner.
È ancora Bologna al 57’ con un tiro di Poli deviato involontariamente da Palacio in area ma Consigli non si fa sorprendere.
Dopo un’ora di gioco è ancora il Bologna a fare la partita è al 62’ la porta di Consigli è ancora in pericolo per un cross da destra di Palacio ma alla fine è il portiere ad avere la meglio, uscendo dai pali.
Al 65’ Guida chiama un fallo di mano di Babacar in area di rigore e concede l’estrema punizione. Sul pallone va Pulgar entrato esattamente in quell’istante come un kicker nel football americano: il cileno è glaciale e sblocca con un rigore perfetto. 1 a 0 e meritato vantaggio del Bologna anche se occasionale e regalato da una superficialità di Babacar.
Incredibile al 71’: Orsolini che sbaglia di testa a tu per tu con Consigli dopo un cross dell’immarcescibile Palacio. L’attaccante rossoblù era comunque in fuorigioco.
Al 79’ l’occasione per Palacio è clamorosa ma l’argentino si fa irretire da Consigli che blocca a terra un pallone calciato da 4/5 metri dalla porta.
Ora il Sassuolo cerca di recuperare l’equilibrio ma il Bologna chiude abbastanza bene anche se con un po’ di affanno.
Ma al 91’ l’argine non regge e Boga trova la rete del pareggio grazie ad un rimpallo che aiuta l’attaccante neroverde. Qualche dubbio di fuorigioco ma viene fugato dal Var. 1 a 1 e il Bologna sconta forse l’unica disattenzione di questa partita.
Il Bologna ha un’ultima occasione al 95’ con un calcio d’angolo conquistato. Le favole sembrano avere un senso ed è proprio il neo entrato Mattia Destro che insacca di testa un gol incredibilmente pesante. 2 a 1 e la partita torna nelle mani del Bologna mentre lo speaker urla più di dieci volte il nome di Mattia a cui risponde l’intero Dall’Ara urlando “Destro”.
Si chiude la partita e il Bologna esce dalla zona retrocessione con grande forza e generosità. Ed è la terza vittoria consecutiva.


Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Helander, Dijks; Poli (65’ Pulgar), Dzemaili (84’ Donsah); Orsolini, Soriano (92’ Destro), Sansone; Palacio. All. Sinisa Mihajlovic
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Marlon (46’ Lirola), Demiral, Ferrari, Rogerio; Sensi, Magnanelli (71’ Locatelli), Bourabia; Berardi, Babacar, Di Francesco (63’ Boga). All. Roberto De Zerbi
Arbitro: Marco Guida da Torre Annunziata (assistenti Manganelli e De Meo. IV uomo Serra; VAR Massa. assistente Alassio)
Reti: 66’ Pulgar (B), 91’ Boga (S), 95’ Destro (B)
Ammoniti: 20’ Helander (B) 28’ Demiral, 61’ Sensi, 86’ Bourabia (S)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.