Riccardo Orsolini in Atalanta-Bologna Riccardo Orsolini in Atalanta-Bologna Ansa

Orsolini unica nota positiva di ieri sera, ma occhio alla Juve

Scritto da  Apr 05, 2019

Nella debacle di ieri sera, l'unica nota positiva è stato Riccardo Orsolini, che ha messo in mostra una prestazione maiuscola, o meglio, ha messo in campo una prestazione, a differenza dei suoi compagni che di fatto non sono mai entrati sul terreno di gioco. 
Fin da subito si è sbattuto più dei compagni, e la punizione capolavoro che non ha riaperto il match, ma ha almeno mosso il tabellino rossoblù, è la dimostrazione che il piede sinistro di Riccardo è più che caldo. In 5 partite ha segnato 2 gol e servito due assist, l'ultimo per Mattia Destro, che ieri poteva rendersi più che utile al centro di un attacco molto sterile, con un Falcinelli che alle volte si è mostrato disorientato. 

Orsolini ha giocato a pallone e nel post match si è mostrato parecchio infastidito dall'inizio di gara del suo Bologna: "Per me ha inciso l'approccio alla gara, ci sono stati 15 minuti di buio totale. Sapevamo bene che l'Atalanta è una squadra che parte subito in quarta a pressare alto e noi abbiamo non abbiamo interpretato bene l'avvio della gara, è stato umiliante". Parole di uno che poteva fare poco o niente in quel frangente, ma che ha la consapevolezza di poter dare una grande mano lunedì prossimo, nell'importantissima sfida contro il Chievo: "Dobbiamo archiviare questa partita, pensiamo già a lunedì. Noi comunque restiamo compatti e uniti verso il nostro obiettivo, e lunedì con questa mentalità non avremo problemi. Contro il Chievo non possiamo perdere i 3 punti".

Prestazione da leader e parole da uomo spogliatoio. Riccardo è cresciuto tantissimo da quando Mihajlovic siede sulla panchina dei rossoblù, e oltre al tecnico serbo, anche la Juventus ha notato la crescita dell'esterno ascolano. Come ha scritto ieri TuttoSport, il Club bianconero sembra intenzionato a esercitare il diritto di controriscatto per Orsolini, dopo l'effettivo riscatto del Bologna. La Juventus vorrebbe utilizzare l'esterno come merce di scambio per arrivare a uno tra Chiesa o Zaniolo, e avrebbe individuato in Orsolini l'uomo giusto per chiudere uno dei due affari. 
Ancora non ci sono prove tangibili, ma la presenza ieri sera di Paratici sugli spalti dell'Atleti Azzurri fa pensare sul destino di Orsolini. Quest'ultimo sicuramente sta molto bene a Bologna e difficilmente avrà un futuro in bianconero, ma come ha dichiarato il suo agente Di Campli a E'TV: "Sono sereno, non c'è tanto da dire: il Bologna può riscattarlo e la Juve ha a disposizione il contro riscatto. Il Bologna ne gioverebbe, ma anche se dovesse rimanere il Club avrebbe in rosa un giocatore ben contento di restare".

I rossoblù, se la Juve dovesse concretizzare la recompra ci dovrebbe guadagnare circa 7 milioni, anche se tante cose da qui a giugno potrebbero succedere. L'unica cosa certa è che Orsolini darà tutto se stesso per aiutare i compagni verso la salvezza, e ieri l'ha ampiamente dimostrato.

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.