Resto del Carlino – Pulgar come Baggio e Signori dal dischetto

Scritto da  Apr 09, 2019

Il Bologna batte il Chievo al termine di una partita che facile è stata solo sulla carta, oggi i rossoblù sarebbero salvi anche se a 7 giri dal termine della corsa ogni tentazione di esultanza è da tenere lontano come un gatto nero. Però questo adesso dice la classifica, e il Bologna di oggi è una squadra credibile, con giocatori capaci di accendersi all’improvviso. Nei tre minuti che passano tra i due rigori, quando l’ora di gioco è già passata, si scioglie tutta la tensione di una partita rognosa contro il destino. Mihajlovic ottiene quello che cercava e forse, è proprio valsa la pena prendere quell’imbarcata a Bergamo, perché la partita da vincere era quella con il Chievo.

Dunque, quattro vittorie nelle ultime cinque partite, 16 punti conquistati in 10 giornate, più dei 14 che Inzaghi aveva racimolato in 21 gare. Mihajlovic potrebbe legittimamente prendersi il centro della scena, ma non lo fa e saggiamente sceglie di restare con la testa piegata sul manubrio.

 

Ma vogliamo parlare di Erick Pulgar? Solo dal dischetto, d’accordo, ma scusate se è poco. Di certo è fondamentale il contributo del cileno nella risalita dei rossoblù in classifica: cinque gol nelle ultime cinque partite, tutti importantissimi per scrivere 4 vittorie che hanno rivitalizzato un Bologna che ora può concretamente credere nella salvezza. Ha portato in casa 12 punti indispensabili per il sorpasso sull’Empoli e per tenere il passo, ora che dietro tutte si sono messe a correre forte. L’ultima volta che un giocatore del Bologna segnò una doppietta dal dischetto nello stesso arco temporale correva la stagione 98’-99’: Roberto Baggio, nel 5-1 casalingo con il Napoli. L’ultima doppietta su rigore, invece, fu firmata da Beppe Signori con l’Atalanta nel febbraio 2003. Sono solo statistiche, ma intanto il nome del cileno si affianca in queste particolari classifiche a due mostri sacri della storia recente: del Bologna, del calcio italiano e mondiale, due specialisti assoluti del rigore. 

 

(foto:fantamagazine)