Henry Jimenez Henry Jimenez TMW

Amarcord - Quando Jimmy, Di Vaio e Viviano firmarono l’ultimo blitz rossoblù al Franchi

Scritto da  Apr 11, 2019

Ad osservare i precedenti tra Fiorentina e Bologna al “Franchi” c’è poco da stare allegri. Uno stuolo di sei “1” consecutivi in altrettante e più recenti sfide fanno capire meglio di tante parole quanto difficile sia il derby dell’Appennino per i colori rossoblù. Però, come dice il saggio, non può piovere per sempre e allora tanto vale riandare all’ultimo radioso successo in trasferta targato Bfc, datato 17 gennaio 2010. Faceva parecchio freddo in quel pomeriggio di inizio anno, e a raggelare ulteriormente gli animi dei tifosi viola ci pensarono due prodezze firmate “Gimmy” Gimenez e Marco Di Vaio. Il primo gol firmato dall’uruguaiano dopo neanche mezz’ora è un mezzo capolavoro balistico: mezza girata al volo di sinistro in area piccola. Il Bologna in quel primo tempo, grazie alla coppia d’attaccanti reinventata per l’occasione da Franco Colomba, è a tratti imprendibile, tanto che potrebbe portarsi in vantaggio ancora prima se Banti non si fosse “auto-annullato” l’assegnazione di un rigore per i nostri dopo un contatto fra Di Vaio e l’ex di turno Gamberini. Malandrina fu la consultazione con il suo collaboratore.

La Fiorentina era alla ricerca di se stessa in quei primi 45 minuti e proprio alla fine del primo tempo il Bologna ne approfitta di nuovo, sempre sull’asse Gimenez – Di Vaio, con il primo a lanciare il secondo in contropiede per lo 0-2 rossoblù. Nella ripresa la musica cambia, la Fiorentina di Prandelli torna in campo con tutt’altro spirito e inchioda i rossoblù nella propria metà campo. I nostri in campo pagano dazio e per i tifosi a casa e sugli spalti non rimane che il Padre Nostro. Così dopo 6 minuti Vargas crossa in mezzo per Mutu (dopo aver vinto un duello con Raggi) che di testa dal limite dell’area piccola riapre il match, con Viviano nella circostanza a far da spettatore. I viola premono, alla fine si conteranno ben 12 calci d’angolo a zero in loro favore, tutto inutile perché dopo quell’indecisione sul gol del 2-1 Viviano risponde sempre presente su tutte le conclusioni più pericolose dei Viola, a cominciare da quella di Mutu, passando per i tentativi di Gilardino, Vargas e Montolivo. Con quella prestazione Viviano andò incontro a una sorta di nemesi personale, rimendiando così, lui tifoso viola da sempre, a quel suo (sportivamente parlando) difetto di fabbrica.

 

FIORENTINA-BOLOGNA 1-2

FIORENTINA: Frey, Comotto (16' s.t. De Silvestri), Gamberini (19' s.t. Natali), Felipe, Gobbi

(34' s.t. Pasqual), Montolivo, Santana, Marchionni, Mutu, Vargas, Gilardino. All. Prandelli

BOLOGNA: Viviano, Raggi (11' s.t. Buscè), Portanova, Britos, Lanna, Casarini, Mingazzini,

Guana (17' s.t. Mudingayi), Valiani, Gimenez (17' s.t. Zalayeta), Di Vaio. All. Colomba

Arbitro: Banti di Livorno

Reti: 28' pt Gimenez, 45' pt Di Vaio, 6' st Mutu.

Angoli: 12-0 per la Fiorentina

Ultima modifica il Venerdì, 12 Aprile 2019 08:44