Il Corriere di Bologna - Sinisa prova "al buio" l'11 anti viola

Scritto da  Apr 13, 2019

Movimenti tellurici a Campo di Marte: Pioli che lascia indispettito la panchina viola (ma quando si mettono in discussione le Tue qualità umane, ci può anche stare, ndr) e tifo spaccato e in rivolta contro i Della Valle. In questo quadro complesso si inserisce la preparazione della partita contro i gigliati. quadro che ha rivoluzionato i piani del tecnico serbo, che, solitamente, costruisce i suoi piani tattici in anticipo di tre o quattro partite prima del match, ma che le dimissioni arrivate in settimana, hanno dovuto stravolgere la costruzione della sua formazione. Pioli ha sempre affrontato questa stagione con il 4 3 3, mentre Montella varia da un 4 3 3 ad un più consolidato 3 5 2, dove in avanti Simeone e Muriel, potrebbero reggere il peso dell'attacco, mentre Biraghi e Chiesa dovrebbero essere provati "a tutta fascia", facendo spendere non poche energie al giovane capitano viola. Il trio Veretout, Benassi e Gerson (una delle pedine dello scacchiere di Pioli maggiormente contestate) potrebbe essere  la mediana voluta dal neo tecnico viola, affidando al brasiliano i compiti di regia (ma in ballottaggio con lui ci potrebbe essere Fernandes, che fino a qui ha avuto poco spazio per dimostrare le sue qualità). Dal lato emiliano i dubbi lasciano spazi a sempre maggiori certezze: solo Mattiello e Helander lavorano a parte e Destro rientrerà in gruppo settimana prossima. Unici due possibili ballottaggi sono a centrocampo (Dzemaili o Poli, quest'ultimo preferito se la partita è più di contenimento)  e in attacco fra Santander e Palacio, dove per l'argentino ci deve essere solo il rispetto della carta di identità e un sano turn over potrebbe essere la scelta giusta). Si annunciano ben 2000 supporter in arrivo al Franchi:  non un vero e proprio esodo, ma numeri che fanno capire come a Bologna ci sia tanta voglia di calcio e bastano pochi risultati giusti per aumentare la "fotta" tifosi. Ne prenda buona nota la dirigenza per la prossima entrante stagione.

 

(fonte Alessandro Mossini - Corbo)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"