Immagine d'archivio Immagine d'archivio Pietro Pieralisi

Under 17, Bologna troppo confusionario: il Venezia vince e inguaia i rossoblù

Scritto da  Apr 14, 2019

A 90’ dalla fine, come nelle migliori sceneggiature, l’ultimo ostacolo del lungo sarà decisivo per i tre protagonisti di questo film, tra i quali sono uno ne uscirà vivo: Spal (38), Hellas Verona (37) e Bologna (37). Nella penultima giornata, i ferraresi sono riusciti a strappare un punto a Udine, gli scaligeri hanno affossato 1-5 il Padova, mentre i ragazzi di mister Magnani sono stati sconfitti 2-1 a Venezia.

Tre punti mancati che pesano tanto, tantissimo, a maggior ragione se – in un match reso difficile già dal terreno di gioco scivoloso – non si riesce a usufruire del regalo dell’estremo difensore, Fabbian.

Il Bologna si schiera con il classico 4-3-3, in cui Mattiolo prende il posto dell’assente Rocchi e Harletun si sposta dalla fascia destra al centro, causa squalifica di Orlietti, lasciando spazio al rientrante Zannoni; mister Soncin, allo stesso tempo, schiera i suoi ragazzi con lo stesso modulo, lasciando libertà di manovra, però, a Fossati, sempre bravo ad agire alle spalle di Gjini.

Il match si apre con un Bologna che, nei primi 10’, sembra avere una marcia in più rispetto ai lagunari, aggredendo con baricentro alto e facendo leva sulla forza fisica dei vari Gjini e Moller e sulla rapidità degli esterni, Mattiolo e Naddeo, affidando a Baldursson la zona centrale avanzata.
La gara, tuttavia, è molto caratterizzata dal vento e dal campo molto scivoloso, poco incline ad accogliere i lanci lunghi che i felsinei lasciano partire spesso dalle retrovie. A sorpresa, però, sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio: dopo un calcio d’angolo di Grieco terminato sul fondo, Fabbian riparte con una rimessa dal fondo corta per Camara, il quale restituisce la sfera all’estremo difensore che non controlla, lasciando scorrere il pallone in fondo alla rete. Immediatamente, i compagni della difesa più vicini vanno a rincuorare Fabbian. In realtà, il portiere si sentirà maggiormente sollevato appena 3’ dopo, quando Antinoro ruba il tempo alla retroguardia rossoblù e finalizza un calcio d’angolo ben tirato da Fazio.
Da questo momento, il Venezia esce dagli scudi e inizia a cercare di impensierire la porta di Bizzini, in realtà mai chiamato in causa.
Sul finire della prima frazione, il Bologna cerca di restituire il favore al Venezia, cercando il gol su angolo e andando negli spogliatoi in vantaggio, ma il colpo di tacco di Gjini e quello di testa di Cudini terminano di pochissimo a lato.

Il secondo tempo è una Caporetto rossoblù: i locali escono dagli spogliatoi con il fuoco sui piedi e cominciano fin da subito a cercare il gol che vale la vittoria, con Fossati e Fazio molto spesso sguscianti tra la retroguardia felsinea. Ed è proprio quest’ultimo a finalizzare la palla-gol che decide sulla partita: dal fondo, salta Naddeo, fa partire un missile terra-aria al quale, il più delle volte, basta una deviazione per finire in porta. Così è, grazie al tocco vincente del numero 11. Mister Magnani prova a scuotere, dalla panchina, i suoi ragazzi, ma in attacco non si fanno mai pericolosi dalle parti di Fabbian. Anzi, riversandosi in avanti per cercare – in qualche modo – la via del gol, si allungano e rischiano pure di subire la terza rete ancora con Antinoro, se Bizzini non gli si fosse opposto per due volte.
Nel finale, l’ultima offensiva arriva nuovamente da corner, ma la zampata decisiva non trova altro che le braccia del portiere lagunare.

Come dicevamo, a una gara dal termine della regular season, la Spal ha in mano il futuro sulle altre due compagini, mentre i veronesi – in vantaggio sugli scontri diretti – sono uno scalino sopra i rossoblù.
Il 25 aprile, il Bologna ospita l’Inter, i ferraresi il Chievo, i veneti il Venezia. Sarà difficile, ma al campo spetterà l’ultimo verdetto.

 

TABELLINO

VENEZIA-BOLOGNA 2-1

VENEZIA: Fabbian, Quieto, Montagner, Bonsembiante, Squizzato (60’ De Grandi), Candic (84’ Gabrieli), Camara, Gulotta (60’ Beniamin), Fazio (74’ Peresin), Antinoro (84’ Amerì), Fossati (84’ Scanferlato). All. Soncin
BOLOGNA: Bizzini, Zannoni (68’ Palumetz), Harletun (84’ Agyemang), Cudini, Montebugnoli, Gjini (84’ Boriani), Naddeo, Grieco, Mattiolo (68’ Pagliuca, 76’ Campagna), Moller, Baldursson. All. Magnani

Ammoniti: Naddeo, Amerì, De Grandi

Marcatori: 21’ aut. Camara, 24’ Antinoro, 55’ Fazio

Ultima modifica il Domenica, 14 Aprile 2019 22:04
Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.