La Repubblica - Contrordine, ragazzi la prudenza vale un punto Quotidiano.net

La Repubblica - Contrordine, ragazzi la prudenza vale un punto

Scritto da  Apr 15, 2019

 

 

Bologna fase 2. Quando Mihajlovic era appena arrivato la situazione era così critica che ogni partita andava affrontata all'arrembaggio, giocandosela con chiunque a testa alta come con Inter, Roma e Juve. Ieri, dopo 16 punti in più in classifica in 10 gare, ne è uscita una partita più attenta, meno arrembante dove il Bologna puntava con concentrazione al risultato utile. Un punto importante visto i 3 punti guadagnati dalla Spal e l'incognita di questa sera tra Empoli ed Atalanta.

Partita difensiva. Orsolini e Sansone si sono sacrificati in copertura e quando la Fiorentina aveva la palla, tolto il solo Palacio, tutta la squadra era alta ma quasi sempre dietro la linea della palla. Troppo poco coraggio ad ogni modo per Sinisa, si poteva usare di più. La squadra ha giocato in modo prudente ma equilibrato ripartendo spesso in ripartenza, peccato poi non riuscire a costruire quasi mai qualcosa di veramente pericoloso.

Nel secondo tempo i rossoblù si sono fatti schiacciare un po’ troppo, ma questo è dovuto in parte alla grande fisicità degli avversari, ad un tasso tecnico di alcuni giocatori come Chiesa, Muriel, Mirallas non trascurabile ed un campo appesantito dalla pioggia. Troppe le palle lunghe lanciate a vuoto, poca manovra di gioco e qualche svista ma i rossoblu si mordono ancora le mani per quell'occasione, a pochi minuti dal termine della partita, gestita male da Santander ed Orsolini.Gli episodi spesso fanno il risultato ed oggi staremmo ad elogiare il cinismo di questa squadra se quella palla fosse entrata.

Mihajlovic aveva letto la partita bene, nel primo tempo Chiesa era stato innocuo sulla fascia destra con Dijks attento a fare buona guardia, poi quando il figlio d'arte gigliato è stato spostato più al centro difendere è diventato più complicato. In una situazione delicata del genere Skorupski con le sue parate ha inciso e dato sicurezza alla squadra. 

Ultima modifica il Lunedì, 15 Aprile 2019 08:38
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e BolognaFc. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.