Stampa questa pagina

Il Resto del Carlino – Le priorità di Saputo: prima la salvezza poi il resto

Scritto da  Apr 26, 2019

“Le cose devono cambiare e cambieranno” – Questa fu la promessa di Joey Saputo alla città di Bologna dopo il 4-0 casalingo contro il Frosinone. Il patron è rientrato ieri mattina a Casteldebole in vista del crocevia salvezza, dello scontro diretto con l’Empoli e assisterà al match dalla tribuna. Da allora le cose sono cambiate eccome: Bologna a +5 dalla zona retrocessione e con in mano il match point per chiudere i giochi, stadio pieno, entusiasmo ritrovato.

E’ ancora presto però, per programmare il futuro. Le idee ci sono, ma i nodi verranno sciolti solo dopo il raggiungimento della salvezza matematica: anche se ieri, durante un pranzo con il presidente, a Sinisa Mihajlovic è stata prospettata una prima bozza di futuro. Che ci sia la possibilità dell’arrivo di Sabatini è notizia confermata dal diretto interessato. Il patron ha già anticipato a Mihajlovic che una volta raggiunto l’obiettivo, il Bologna riscatterà Sansone e Soriano e proverà a trattare con Torino e Juventus per trattenere Lyanco e Orsolini.

 

Nell’agenda del patron non risultano né contatti né appuntamenti con dirigenti presenti o futuri perché, come già detto, prima la salvezza poi i nodi dirigenziali e il progetto definitivo da presentare a mister Mihajlovic per convincerlo a rimanere. Questa è la linea dettata da Saputo.