Stampa questa pagina

Il Bologna cancella la paura: 3 a 1 all'Empoli

Scritto da  Apr 27, 2019

BOLOGNA - Il Bologna sfiora la paura ma ribalta il risultato e conquista il matchpoint contro l’Empoli: 3 a 1 e serie B lontana di otto punti a quattro giornate dal termine. E quinta vittoria consecutiva al Dall’Ara.
Mihajlovic ripropone la squadra sin qui titolare con il rientro di Dijks sulla fascia sinistra e Dzemaili a fianco a Pulgar sulla mediana.
Al terzo minuto arriva la prima occasione: è per il Bologna che, con Orsolini, sfiora il palo alla destra di Dragowski. Tre minuti più tardi arriva la botta da fuori area di Pulgar ma non ferisce il portiere avversario.
È comunque una partita viva e l’Empoli è una squadra che risulta comunque pericolosa.
Vola via in contropiede il Bologna al quarto d’ora: Skorupski a Sansone e quest’ultimo per Palacio che, un po’ defilato, non inquadra la porta. Ancora a secco di gol al Dall’Ara per l’attaccante argentino.
Ma la sorpresa arriva un minuto dopo e gela lo stadio felsineo: Pajac va via in contropiede (anche se rimane un dubbio di un fallo su Orsolini) e dal lato corto dell’area cerca il primo palo dove è mal posizionato Skorupski. 0 a 1 e la paura torna a vibrare i polsi bolognesi.
Incredibile parata di Dragowski al 26’ che respinge una gran palla a giro di Nicola Sansone. Il Bologna preme.
La squadra toscana sembra aver piazzato un muro incrollabile; le occasioni rossoblù arrivano infatti a ripetizione ma sempre si. Infrangono contro la barriera empolese.
Picca al 37’ che colpisce un pallone di testa ma la traiettoria è larga. Ben più pericolosa la squadra di Andreazzoli un minuto più tardi attraverso un tiro da fuori di Krunic sventato in qualche modo da Skorupski.
Si conclude la prima frazione di gioco e il risultato non cambia: Empoli ancora in vantaggio nonostante la tambureggiante ricerca del pareggio da parte dei rossoblù.
Il Bologna inizia con buon piglio il secondo tempo con un paio di palle pericolose che arrivano in area avversaria.
E sono i prodromi del pareggio rossoblù. Al 52’ Sansone dalla destra pennella un cross perfetto per Soriano e il centrocampista non si fa sfuggire l’occasione di testa. 1 a 1 ma la sfida rimane ampiamente aperta.
Bella la botta di Orsolini al 58’ ma la difesa Toscana devia in calcio d’angolo il pericolo.
Dopo un’ora un’ora di gioco grido strozzato in gola alla tifoseria rossoblù. Palacio si inventa un gol sotto le gambe di Dragowski ma il segnalinee chiama il fuorigioco, confermato dal Var.
Sbaglia clamorosamente Orsolini al 66’ servito perfettamente in area: il ragazzo marchigiano si ostina a voler colpire di sinistro ma il pallone esce di molto, nonostante la vicinanza dell’attaccante.
A un passo dal nuovo vantaggio l’Empoli che trova una pronta risposta di Skorupski al colpo di testa ravvicinato di Caputo al 71’. Un minuto più tardi, Mihajlovic sostituisce l’applaudito Palacio e butta nella mischia Santander.
Al 73’ giocano ravvicinati Soriano e Dzemaili con quest’ultimo che prova il tiro da fuori ma la sfera esce a lato della porta.
Boato all’82’ quando Orsolini si inventa un eurogol che porta in vantaggio il Bologna: l’attaccante si accentra dalla fascia destra, tentenna per cercare lo spiraglio giusto e poi esplode un sinistro che si infila all’incrocio dei pali. 2 a 1 e il Bologna ribalta la partita e le emozioni.
Ha l’occasione di chiuderla Sansone al 91’ ma scivola al momento dell’impatto e il pallone non preoccupa Dragowski. Esce Soriano per crampi, al suo posto Kreicj.
Trova un bel canale al 94’ Poli per Kreicj che tuttavia viene scavalcata da Di Lorenzo che è bravo a fermare la ripartenza.
E la partita si chiude poi al 95’ con Sansone che si riprende il pane e segna il terzo gol rossoblù ben assistito da Kreicj. 3 a 1 e partita finita.
Il Bologna prende tre punti fondamentali e allontana quasi definitivamente la zona retrocessione che ora dista otto punti.


BOLOGNA (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Dzemaili, Pulgar, Soriano (92’ Kreicj); Orsolini, Palacio (72’ Santander), Sansone. All.: Mihajlovic.
EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Veseli, Rasmussen (86’ Michelidze), Nikolaou; Di Lorenzo, Traorè, Bennacer, Krunic, Pajac (81’ Pasqual); Farias (67’ Acquah), Caputo. All.: Andreazzoli.
ARBITRO: Valeri di Roma (assistenti Bindoni e Tolfo; IV uomo Ros; VAR Chiffi, assistente Mondin)
Reti: 16’ Pajac (E), 52’ Soriano, 82’ Orsolini (B)
Ammoniti: 6’ Pajac, 53’ Krunic (E), 25’ Mbaye, 34’ Orsolini, 77’ Soriano (B)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.