Il Punto sul Bologna - Roberto Budget

Scritto da  Apr 30, 2019

Non è ancora finito il campionato ma, dopo la vittoriosa gara contro l’Empoli, la maggioranza dei bolognesi già sta sognando il futuro. E un po’ si fantastica, anticipando di fatto il prossimo calciomercato.
Tuttavia, fantasticando, si inciampa nel primo nodo: il ruolo del direttore sportivo. Già da qui, la maggioranza suddetta si divide. Una parte vorrebbe concedere all’attuale Riccardo Bigon un’ulteriore chance, magari con qualche soldo in più nel budget. Di parere contrario, un’altra parte di tifoseria che invece vorrebbe vedere un’altra figura al posto dello stesso Bigon. L’accoppiata Sabatini-Massara (il primo a “capeggiare”, il secondo a eseguire) è una delle situazioni più attese.
Detta così, le posizioni sembrano essere piuttosto chiare. Posizioni che si avvalgono di istanze credibili in entrambi i casi. Perché la squadra dì Mihajlovic ha stravolto un po’ la situazione e siamo qui ancora a cercare di capire quale possa essere il vero Bologna di quest’anno: il perdente della prima metà di campionato o il vincente della seconda?
Allora, forse, ciò che sarebbe meglio comprendere riguarda gli obiettivi che questa società si è posta. Il “progetto” ha sempre presentato la stessa logica: consolidare la serie A, costruzione o ristrutturazione dello stadio, salto di qualità sportivo. Che, economicamente, si è tradotto in un primo investimento copioso (sotto il direttore sportivo Corvino) per poi andare più o meno di rimando per le stagioni successive (sotto Bigon).
A guardare l’andamento delle stagioni passate in A, il Bologna ha guadagnato un 14esimo posto e due 15esimi. Quella in corso potrebbe addirittura concederci la colonna sinistra, senza però dimenticarci che siamo stati a chiappe strettissime fino a due partite fa. Se questo sia considerato “consolidamento” da parte della Società e del suo proprietario, probabilmente, non lo sapremo mai. Ma ne vedremo le conseguenze a breve. Perché quali saranno le scelte del chairman canadese saranno determinate dagli obiettivi che ci si pone già da oggi. O a matematica certezza di salvezza. Perché è l’obiettivo che ti poni prima che il campionato inizi a concedere il giudizio a fine stagione.
A bocce ferme e con la fronte meno sudata, si potrebbe dire che ci vorrebbe un acquisto alla Roberto Baggio a specificare le ambizioni di un club. Al di là del Direttore sportivo che lo effettua. Ma nel caso in questione, sarebbe meglio parlare di un Roberto Budget.

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.