Il Resto del Carlino – Milan e Bologna: due mondi capovolti

Scritto da  Mag 03, 2019

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." alt="" width="600" height="342" style="display:none;">Due squadre, due organici completamente differenti, una ha come obiettivo la Champions League e l’altra quello di salvarsi, ma le medie punti sembrano scambiate. Il Milan è in piena lotta per un posto in Champions, ma da metà marzo viaggia a una media punti da zona retrocessione, mentre il Bologna, che a gennaio aveva un piede e mezzo nella fossa della Serie B, corre a una velocità talmente elevata che se il campionato fosse iniziato dal cambio di Mihajlovic oggi sarebbe in Europa. Due mondi diversi e capovolti, Milan con i nervi tesi e Bologna euforico.

 

Il Milan di Gattuso è irriconoscibile, nelle ultime 7 partite ha collezionato una sola vittoria, 2 pareggi e ben 4 sconfitte. Un rendimento che in classifica ha fruttato la miseria di 5 punti e che ha fatto sì che i rossoneri scivolassero dal terzo al sesto posto in classifica. Nello stesso tratto di campionato, il Bologna ha messo il turbo e ha conquistato più del triplo dei punti, addirittura 16, figurando al primo posto di un’ipotetica classifica parziale a pari merito con la Spal. Se Ringhio fin qui ha salvato il suo posto in panchina è solo perché a quattro giornate dalla fine il nuovo arrivato farebbe a malapena in tempo a riempire l’armadietto. Al contrario, a Casteldebole Sinisa Mihajlovic non solo vede la salvezza a portata di mano, ma può anche godersi l’entusiasmo sfrenato della città e il corteggiamento serrato del club che farebbe di tutto pur di tenerlo. 

 

(foto:Milancafè)