Resto del Carlino - Due giorni di riposo, poi testa al Parma.

Scritto da  Mag 08, 2019

Dopo la seduta defaticante di ieri, due giorni di decompressione per ricaricare le pile e centrare nuovamente testa e fisico: così Sinisa Mihajlovic ha deciso di preparare l'avvicinamento al derby col Parma, previsto ancora di lunedì.

Quattro allenamenti a disposizione, più la rifinitura da fare la mattina del giorno del match, con una sola parola d'ordine: "sbollire". Per mettersi alle spalle la partita di Milano, e non pensarci più. Ma quel finale, con le espulsioni in serie di Sansone e Dijks, non sarà certo facile da scordare per il tecnico, che contro i gialloblù dovrà giocoforza rivoluzionare la rosa (anche alla luce dell'assenza di Poli): con i rientri di Mbaye e Soriano che consolano solo in parte.

Chi dunque al posto degli espulsi? A sinistra Krejci, anche perchè Mattiello è ancora ai box. In mediana il rientrante Dzemaili, con Donsah come primo rincalzo. Reparto avanzato invece di più difficile interpretazione: testa a testa Destro-Santander, con Palacio che, presumibilmente, sarà spostato a sinistra per sostituire Sansone.

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Maggio 2019 08:53
Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.