Stampa questa pagina
Carlo Mazzone Carlo Mazzone La Presse

Amarcord - Bologna-Parma 3 a 1

Scritto da  Mag 13, 2019

Il canto del cigno. Si può tranquillamente usare quest’analogia nel ricordare il Bologna – Parma del 3 febbraio 2005, terza giornata di ritorno, gelido posticipo infrasettimanale del giovedì di quello che resta alla storia come il primo campionato di A a 20 squadre dopo più di 50 anni. Il cigno rossoblù guidato in panchina da Carlo Mazzone arrivava a quella partita al termine di un filotto davvero notevole: imbattuto da sei turni, frutto di quattro vittorie e due pareggi, avendo avuto ragione negli ultimi due turni di Cagliari e Milan. Una media sicuramente da coppa europea, come lo confermava la classifica, prima e ancor più dopo lo scontro con i parmensi.

La prima parte dell’incontro non ha praticamente storia: prima Bellucci di testa e quindi Torrisi provano a scalfire la porta di Frey. Nella seconda parte del primo tempo gli ospiti prendo poco a poco possesso del gioco e si fanno vedere dalle parti di Pagliuca con le ripartenze di Grella, Simplicio e Marchionni. Ad inizio ripresa il Parma conferma quest’attitudine offensiva, ma nel loro momento migliore i nostri passano grazie ad un’azione personale di Sussi in versione Alberto Tomba e dopo aver fatto slalom fra Bonera e Grella, scaglia un destro sul quale Frey può solo accompagnare in rete.

Il Bologna ha fame e alla mezz’ora raddoppia: Locatelli, come da claim pubblicitario, fa le cose per bene e in quella circostanza significa servire l’accorrente Amoroso che incrocia in rete battendo Frey per la seconda volta.
Il prevedibile rilassamento rossoblù comporta il gol del Parma con il carneade Tonino Sorrentino che al 42’ batte il clean sheet di Pagliuca che perde così l'imbattibilità della sua porta dopo 370 minuti. a questo punto il Bologna riprende in mano la situazione e capitan Bellucci nel terzo di recupero segna fissa il punteggio sul 3-1 finale.

 

Tutto molto bello direbbe Pizzul. Troppo. E infatti dopo questa vittoria il Bologna, in quel momento in nona posizione, raccoglierà solamente 12 punti, frutto di una vittoria, 9 pareggi e 6 sconfitte. Un campionato che poi si dirà essere figlio di calciopoli, ma che costringerà i rossoblù a un incredibile spareggio proprio con i ducali, nonostante i 42 punti finali.

 

BOLOGNA-PARMA 3-1

Marcatori: 10' s.t. Sussi, 27' s.t. Amoroso, 42' s.t. Sorrentino, 48' s.t. Bellucci

BOLOGNA: Pagliuca, Nastase, Gamberini, Torrisi, Sussi, Zagorakis, Giunti (35' s.t. Loviso), Amoroso (43' s.t. Daino), Locatelli, Bellucci, Ferrante (14' s.t. Colucci). All. Mazzone
A disposizione: Pansera, Capuano, Binotto, Della Rocca

PARMA: Frey, Bonera, Cardone, Bovo, Contini (16' s.t. Morfeo), Marchionni, Grella (30' s.t. Bolaño), Simplicio, Bettarini, Vignaroli (21' s.t. Sorrentino), Gilardino. All. Carmignani
A disposizione: Bucci, P.Cannavaro, Ferronetti, Pisanu.

ARBITRO: Rodomonti di Roma

Ultima modifica il Lunedì, 13 Maggio 2019 16:08