Il Bologna è salvo: 3 a 3 contro la Lazio

Scritto da  Mag 20, 2019

ROMA - Il Bologna conquista la salvezza all’Olimpico: il rocambolesco 3 a 3 con la Lazio concede ai rossoblù il punto della matematica certezza e rende assoluto protagonista Sinisa Mihajlovic, autore principale di quest’impresa. E Orsolini arriva a otto gol in campionato.

La prima occasione è comunque per la Lazio con Correa che, al 3’, si trova oltre il dischetto e spara a botta sicura ma la traiettoria incontra il corpo di Lulic e l’arbitro segnala il fuorigioco.

Grande progressione di Dijks al 9’ ma, entrato in area, la difesa sventa in angolo il tentativo di tiro dell’olandese.

Dopo due minuti Palacio si trova a un soffio dal tiro abbastanza agevole davanti alla porta ma viene bloccato all’ultimo secondo da una stretta di Luis Felipe e Bastos.

La Lazio passa però in vantaggio al 13’: Correa si ritrova ben servito in area, controlla e tira a tu per tu con Skorupski. 1 a 0 e le cose non cominciano nel migliore dei modi per il Bologna.

Al 17’ il Bologna ci prova ma il tiro di Pulgar da fuori area si allarga molto distante dalla porta laziale. È più insidioso il tiro di Poli al 21’ che guadagna un angolo. Dalla bandierina il pallone giunge a Orsolini che tira davanti alla porta il possibile pareggio ma anche in questo caso la difesa biancazzurra fa muro.

Può essere considerata un’occasione anche quella capitata a centro area a Poli al 26’, ma il centrocampista arriva di corsa per colpire il pallone servito da Destro e ne esce un tiro scoordinato e non incisivo. Mihajlovic chiama alla serenità perché scorge segnali di preoccupazione nei suoi.

Pulgar tira uno dei suoi soliti calci d’angolo a giro ma Guerrieri è bravo e manda sopra la traversa al 27’.

Contropiede Lazio un minuto più tardi ma Skorupski è attento e blocca a terra il tiro di Immobile, servito da Correa.

Bella la punizione di Orsolini al 36’ ma i rossoblù guadagnano solo un corner dal quale non arriva nulla di concreto per il Bologna..

Al 38’ clamorosa occasione per Immobile ma il tiro dell’attaccante non è preciso, grazie anche al sopraggiungere di Danilo. La palla esce alla destra di Skorupski.

Inizia il secondo tempo e dopo cinque minuti di tamburi rossoblù arriva anche il pareggio. È bravo ad insistere Poli che entra in area e beffa Guerrieri sul primo palo. 1 a 1 e sarebbe il punto fondamentale di tutta la stagione.

Ma non è finita perché dopo neanche due minuti il Bologna raddoppia; questa volta è Destro che approfitta con grande opportunismo di un assist di Palacio e la disattenzione della Lazio, insaccando da sotto porta. 1 a 2 e i rossoblù ribaltano il risultato in due minuti.

La partita non trova sosta e al 59’ la Lazio riesce a trovare il pareggio grazie a un tiro perfetto di Bastos in area con la sfera che aggira Skorupski e si infila in rete alla sua sinistra. 2 a 2 e risultato che ancora salva il Bologna. Ma la Lazio continua a mordere la difesa felsinea e si rende comunque pericolosa. La gara sembra ancora lunga dal terminare, dopo un’ora di gioco.

Tanto che al 61’ Guerrieri deve intervenire con una grande uscita fuori area su Poli in piena ripartenza. Ma non è finita qui perchal 64’ il Bologna torna di nuovo in vantaggio grazie ad un colpo quasi a coda di scorpione di Orsolini che realizza l’ottavo gol del proprio campionato e riporta in vantaggio il Bologna. 2 a 3 ma prima di essere convalidato si deve aspettare la conferma di Pasqua che va a vedere le immagini per un presunto fallo di Destro nell’assistere Orsolini. Pasqua  conferma la rete.

Al 78’ Poli deve uscire per infortunio ed entra Dzemaili. Nello stesso momento c’è una pericolosa punizione per la Lazio che viene battuta da Milinkovic-Savic e che si insacca alla sinistra di Skorupski. 3 a 3 e il Bologna ha dieci minuti per salvare stasera il risultato e l’intera stagione

All’81’ ancora una punizione pericolosa contro il Bologna. Questa volta però il pallone calciato da Cataldi esce distante la traversa.

Il Bologna prova a palleggiare ma la Lazio è spesso nelle traiettorie ed è costantemente pericolosa. Non è la concentrazione ciò di cui deve difettare il Bologna negli ultimi minuti di gara.

All’87’ un’altra clamorosa opportunità per la Lazio ma il colpo certo di Immobile viene deviato in angolo; corner da cui non arrivano comunque ulteriori pericoli in casa rossoblù. 

L’arbitro concede 4 minuti di recupero ma non succede nulla che cambi la situazione e il Bologna giocherà in serie A anche nella prossima stagione. Miracolo Mihajlovic con un turno di anticipo.

 

 

LAZIO (3-5-2): Guerrieri; Acerbi, Luiz Felipe (53’ Armini), Bastos; Romulo, Parolo, Badelj (65’ Cataldi), Leiva (73’ Milinkovic-Savic), Lulic; Correa, Immobile. All.: S. Inzaghi

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco, Dijks; Pulgar, Poli (78’ Dzemaili); Orsolini, Soriano, Palacio (89’ Kreicj); Destro (70’ Santander). All.: Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli, (Assistenti: Santoro e Del Giovane. IV uomo: Di Paolo; Var Nasca, assistente De Meo)

Reti: 13’ Correa, 59’ Bastos, 80’ Milinkovic-Savic (L), 49’ Poli, 51’ Destro, 63’ Orsolini (B)

Ammoniti: 52’ Destro (B), 67’ Correa, Lleiva (L)

 

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.