Mattia Bani Mattia Bani L'Arena

il Resto del Carlino - Calciomercato: E' Bani il nuovo tassello difensivo del Bologna f.c.

Scritto da  Giu 22, 2019

Il Calciomercato vive anche di lampi e di improvvise accelerazioni, come quella che ha avuto il Bologna su Mattia Bani, un ragazzone di un metro e 90 circa, che nasce a Borgo San Lorenzo 25 anni fa e che, nell'ultima stagione, ha vestito la maglia del Chievo. Perchè il Bologna è arrivato a Bani (per il cui cartellino a Casteldebole hanno speso circa 2,7 milioni di euro) è presto detto: in un momento di impasse per le strade che portavano a Tomiyasu e Senesi (per il primo sembra che il St Truiden stia facendo resistenza, alzando il prezzo, mentre per il secondo si starebbe per scatenare una vera e propria asta "europea"), si è virato su un giocatore di buon affidamento, che potrebbe essere utilizzato anche sulla fascia destra come terzino e che accetterebbe di buon grado la panchina, in caso arrivasse il "titolare" centrale  che dovrebbe fare coppia con Danilo, a cui rimangono i galloni di comandante della difesa rossoblù. Ma l'operazione, ben vista dalla società clivense, potrebbe aiutare il Bologna ad arrivare ai fratelli Vignato, Emanuele e Samuele (il primo autentico talento e fantasista su cui ha già messo gli occhi il Barcellona), inserendoli nell'organico delle giovanili, anche se Emanuele ha già esordito in serie A, con un goal e un assist all'attivo. Infatti a Casteldebole ieri si sono visti gli agenti dei due ragazzi, che (guarda caso, ndr) curano gli interessi di Pippo Inzaghi (che ieri ha rescisso il contratto), Sansone e Soriano. L'arrivo di Bani però non sposta il focus sul centrale di difesa titolare che dovrebbe essere uno fra il nipponico Tomiyasu e l'argentino Senesi, per i quali le offerte rossoblù si sono rivelate troppo basse. Rimane percorribile la strada che porta a Verissimo (Lucas del Santos), mentre è stata abbandonata la pista verso il Colombiano Zapata, per il costo e per la motivazione tecnica che sarebbe un doppione di Danilo. In attacco i due nomi caldi rimangono Kouamè (12 milioni l'offerta, 15 + bonus la controproposta del Genoa) e Defrel, non riscattato dalla Sampdoria e rientrante a Roma. Su Destro la novità è quella che verrà provato in ritiro dal tecnico serbo: se convincerà, rimarrà in organico, altrimenti verrà messo sul mercato. Infine a centrocampo rimangono solo due nomi: Obiang, vecchio pallino di Mihajlovic, e Sow dello Young Boys.

 

(Fonte Marcello Giordano - RdC)

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"