Mattia Bani Mattia Bani Chievo Verona

L’identikit: Mattia Bani

Scritto da  Giu 23, 2019

Note biografiche e carriera

Mattia Bani nasce il 10 Dicembre 1993 a Borgo San Lorenzo, cittadina della Toscana nei pressi di Firenze. Residente a Rufina, è proprio nel piccolo paese del fiorentino che inizia ad avvicinarsi al mondo del calcio tra le file dell’Audax Rufina. Dopo quattro anni passa alla Fortis Juventus, formazione con cui si guadagna anche la chiamata della Nazionale Under 18, inizia un pellegrinaggio per la regione: Pontassieve, di nuovo Fortis e poi Figline. Le sue doti tecniche attirano l’attenzione del Genoa, squadra nella quale approda ancora giovanissimo nel 2011, insieme a Perin e Boakye. Con l’approdo a Genova sponda rossoblù il giovane Mattia sembra aver tagliato il tanto agognato traguardo, invece è solo all’inizio. Dopo la breve parentesi al Grifone, passa alla Reggiana prima ed alla Pro Vercelli poi, conquistando una promozione in Serie B con i piemontesi e finendo sotto i riflettori del massimo campionato dello Stivale. E’ il Chievo Verona a scommettere sul ragazzo, aggiudicandosene le prestazioni nel 2017 e facendolo esordire il 5 Gennaio 2018 contro l’Udinese in Serie A. In Veneto il giovane trascorre due stagioni, fino alla storia recente che lo vede approdare al Bologna.

Caratteristiche fisiche e tecniche

Di ruolo difensore centrale, spicca per la sua altezza di quasi un metro e novanta, abbinata ad un fisico piuttosto asciutto di neanche ottanta chili. Capace di giocare in entrambe le posizioni davanti all’estremo difensore, può all’occorrenza destreggiarsi in una difesa a tre. Destro naturale, i suoi punti forti sono il gioco aereo e la sua tecnica, sfruttata in fase d’impostazione per lanciare lungo verso gli attaccanti o aprire il gioco per i terzini. Pecca nella copertura della profondità e nello scivolamento difensivo, ma le sue qualità possono rivelarsi utilissime per far partire il gioco dalle retrovie senza passare dai centrocampisti. Mattia Bani è una soluzione in prospettiva per la difesa di Sinisa Mihajlovic e del Bologna che verrà, in grado di fornire affidabilità nel breve termine e di migliorarsi con il tempo, per diventare una plusvalenza importante negli anni futuri.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..