Stampa questa pagina
Il Resto del Carlino - C'è anche l'occhio di Mihajlovic a Castelrotto Pietro Pieralisi

Il Resto del Carlino - C'è anche l'occhio di Mihajlovic a Castelrotto

Scritto da  Lug 15, 2019

Sebbene Mihajlovic non ci sia, come riferisce Marcello Giordano de Il Resto del Carlino, la squadra potrà camminare – fino a fine ritiro – con le sue gambe: il tecnico aveva affidato a ogni membro del suo staff dei compiti precisi. Tuniga, il vice, supervisiona e raccorda; De Leo, Raimondi e Baldi lavorano tatticamente sul campo, con il primo a suggerire – ieri, contro lo Sciliar – qualche consiglio ai rossoblù; Marchesi, il preparatore, è il più attivo sul piano emotivo.
Tutto il materiale, ovviamente, non rimane tra le mura di Castelrotto, ma lo staff e la dirigenza si relaziona con il mister ogni fine allenamento in video conferenza, al quale viene pure mandata tutta la seduta registrata.

A mali estremi, estremi rimedi. La convinzione di tutti è che la macchina funzionerà e, passato il primo periodo di terapia aggressiva, Sinisa torni a presenziare più spesso sul campo. Nel frattempo, queste sono le contromosse adottate, tra costruzione di gioco, aggressività, recupero del pallone e superiorità numerica sugli esterni.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.