Bologna, senti Denswil "Voglio l'Europa League"

Scritto da  Lug 15, 2019

I nuovi acquisti si presentano: a Castelrotto è il turno di Stefano Denswil, ieri al debutto contro lo Sciliar.

Cosa ti ha sorpreso del calcio italiano? 

"E' un campionato molto inteso, specie per quanto concerne il mio ruolo. Sono qua per imparare e crescere".

Cosa ti ha convinto a scegliere Bologna?

"E' stato decisivo il parere positivo di Mitchell Dijks, che mi ha parlato benissimo dell'ambiente".

Conoscevi già qualcuno oltre a Dijks?

"Ho già giocato contro Santander in passato, ma è un episodio che preferisco dimenticare (ride)."

Quali obiettivi vuoi raggiungere?

"Per quanto riguarda gli obiettivi qui a Bologna, voglio raggiungere l'Europa League: credo che questa squadra abbia tutti i mezzi per farlo".

Come hai vissuto l'annuncio del mister?

"Essendo appena arrivato, ho avuto poco tempo di relazionarmi con lui, ma ho già capito che è una grande persona. La squadra vuole reagire, vogliamo combattere per lui e fare quello che ci chiederà lo staff, perché è quello che il mister vorrebbe. Tutti vogliamo combattere per lui".

Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.