Diego Gabriel Raimondi Diego Gabriel Raimondi Toro News

La Repubblica - Diego Gabriel Raimondi, pisano d'adozione dal futuro rossoblù

Scritto da  Ago 18, 2019

 

 

Una lunga gavetta in Argentina, prima di approdare nella serie B italiana e raggiungere l'Olimpo calcistico dello Stivale a quarant'anni. Sembra la trama di un romanzo, in realtà è la storia di Diego Gabriel Raimondi, il tattico dello staff di Sinisa Mihajlovic dedito alla cura della manovra difensiva. Difensore con più di cento partite indossando la maglia del Pisa, la sua storia ha inizio in Argentina dove muove i primi passi nel mondo del pallone, proseguendo la sua carriera da "pellegrino calcistico" in Venezuela, a Casarano e Gallipoli, fino al suo arrivo in Toscana. Con i colori nerazzurri si distingue per grinta, abnegazione e leadership, raggiungendo l'apice con i playoff di serie B, poi persi a scapito del Lecce, proprio l'anno in cui il Bologna festeggiava la promozione in serie A all'ultima giornata proprio contro il Pisa grazie ad un rigore di Marazzina. Petrachi rimase impressionato dalla grinta di Raimondi quando, durante una partita contro il Monza, il giocatore restò in campo con tredici punti cuciti in testa pochi minuti prima. Tanto è bastato all'ex diesse del Torino per portarlo alla corte di Sinisa Mihajlovic, con cui sin da subito scattò l'intesa, tanto da convincerlo a portarlo con sé anche durante la brevissima parentesi portoghese allo Sporting Lisbona ed a Bologna. "Ha una capacità innata di saper spiegare in maniera semplice la tattica anche ai comuni mortali" dice di lui un suo compagno di partitelle a Pisa, cui partecipava anche l'ex juventino Birindelli, ora allenatore delle giovanili nerazzurre. Un ritorno a casa per Raimondi che, dopo una partita importante persa contro il Venezia, richiamò tutti i compagni per andare a salutare i tifosi venuti a sostenere la squadra nonostante le quattro ore di viaggio. Gesto non dimenticato dai supporter del Pisa che, da allenatore del Sestri Levante, gli tributarono cori e striscioni. Chissà che non possa accadere lo stesso stasera al gladiatore di Buenos Aires, pisano d'adozione con il futuro a tinte rossoblù.

Ultima modifica il Domenica, 18 Agosto 2019 08:52
Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..