Stampa questa pagina
Godfred Donsah Godfred Donsah Bianca Costantini

Il saluto di Godfred Donsah a Bologna

Scritto da  Ago 19, 2019

Quattro anni sotto le due Torri, fatti di alti e bassi ma sempre con il rossoblú indosso. Quei colori che per Godfred Donsah sono diventati piú di un "dovere" in quanto calciatore professionista, ma una seconda pelle, come testimoniano le sue parole di commiato da Bologna e dai bolognesi, affidate ad un post su Instagram.

 

"Un proverbio ghanese recita: "Ció che cresce lentamente mette radici profonde". A Bologna, nel Bologna, io in quattro anni ho messo radici profonde. Con la città, con la società, con i compagni che ho incontrato nel corso del cammino, con dei tifosi veri che ci hanno sostenuto in ogni momento.

Bologna è stata, anzi è, la mia seconda casa e la mia seconda famiglia.

Quattro anni nei quali abbiamo sempre raggiunto i nostri obiettivo, vivendo momenti bellissimi ed altri piú difficili, dai quali siamo sempre usciti vittoriosi. Con questo messaggio voglio ringraziare e salutare Bologna e il Bologna, ma soprattutto uno a uno tutti i tifosi rossoblú, sempre accanto a noi.

Nell'ultimo anno le cose non sono andate come speravo anche per colpa di tanta sfortuna, ma ora non importa.

Mi importa salutarvi e ringraziarvi.

Concludo con un grande incitamento per il mister, impegnato nella sua battaglia e per i miei vecchi compagni, per la nuova stagione. Forza mister e forza Bologna!"

 

Un giocatore colpito da molta sfortuna nella sua esperienza in Emilia e che non è riuscito a mettere in mostra tutte le sue qualità tecniche ma che, di sicuro, ha dimostrato di avere un cuore grandissimo 

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..