Bologna, conferenza stampa LIVE pre Spal

Scritto da  Ago 29, 2019

 Emilio De Leo e Miroslav Tanijga presentano il derby con la Spal.

Come state vivendo l'attesa verso domani sera?

"Non vogliamo deludere, sappiamo che ci sarà una grande risposta da parte del pubblico. Potevamo fare meglio contro il Verona, abbiamo sbagliato qualcosa in determinati frangenti, vogliamo rifarci".

Domanda a Miroslav: cosa ti ha fatto arrabbiare nel secondo tempo?

"Dovevamo segnare il secondo goal, non ci siamo riusciti".

Come avete trovato Sinisa?

DE LEO "E' tornato il nostro condottiero, concentratissimo sui suoi compiti. Ha sempre grandi richieste tecnico-tattiche, ci stiamo ritrovando da quel punto di vista".

TANJGA "Ero ogni giorno in ospedale ad accertarmi delle suo condizioni. Ero sicuro che sarebbe tornato".

Su Medel

DE LEO "E' un innesto importante, dal punto di vista tecnico-tattico va a colmare una lacuna importante, è un calciatore in grado di occuparsi della regia e di smistare palloni puliti. Potrà aiutare tantissimo la nostra linea difensiva, è un innesto importante. Farà da traino per un gruppo come il nostro. Se domani sarà titolare? Diciamo che oggi inizia con la prima seduta di allenamento, nel pomeriggio. La notte porterà consiglio".

Che idea avete sul reparto offensivo?

DE LEO "Penso che bisogna essere efficaci, è l'efficacia che ti porta al goal. "

Sinisa oggi lavorerà con voi?

"Sì, il mister sarà con noi".

Capitolo Spal: cosa avete visto di pericoloso nella squadra biancazzurra? E quali punti deboli?

"Di pericoloso c'è la loro identità di gioco, i principi sono gli stessi, sono ormai un gruppo consolidato. Sicuramente è una squadra dalle idee chiare, all'inizio del campionato è un vantaggio, e sarà così anche per noi. E' una squadra organizzata, che cerca di costruire, hanno centrocampisti bravi negli inserimenti, tante opzioni. L'elemento positivo è che sanno metterlo in pratica, c'è una certa empatia tra Semplici e il gruppo. Noi dobbiamo ritrovare la nostra leggerezza, il nostro coraggio, è quello che fa la differenza.

L'anno scorso abbiamo visto un grandissimo Dijks, stavolta invece deve ancora ingranare...

"Nel completamento delle caratteristiche di Mitchell c'è la volontà di migliorare, sta curando la fase difensiva. Deve ovviamente ritrovare i ritmi giusti. Non vogliamo rompere gli equilibri trovati, mantenendo la nostra imprevedibilità."

Sinisa sarà probabilmente di nuovo in panchina.

DE LEO "Siamo tutti legati al mister, chi per una ragione chi per un'altra. Gli sono riconoscente per come è cominciata la nostra collaborazione, abbiamo dentro sensazioni forti. Concentrandoci sugli obiettivi si può fare tutto, la stessa cosa può essere applicata alla squadra, ognuno porta dentro di sè il coinvolgimento di questa storia, ma rispettare il nostro allenatore vuol dire anche rimanere focalizzati sui nostri obiettivi. All'intervallo col Verona abbiamo parlato sugli aspetti da migliorare, prendiamo esempio dal mister".

TANJGA "Per alcuni è stato un shock positivo e per altri negativo. Non sarà comunque una scusa. Parlo ogni giorno con Sinisa tramite Skype, è sempre presente. Vinceremo, sono sicuro".

Ultima modifica il Giovedì, 29 Agosto 2019 12:28
Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.