Il Resto del Carlino - Il Bologna e le prossime sfide di campionato Calciomercato.com

Il Resto del Carlino - Il Bologna e le prossime sfide di campionato

Scritto da  Set 05, 2019

 

 

Due giornate di campionato. Ancora pochi i dati alla mano per lanciare giudizi sulla squadra, i tempi sono decisamente troppo maturi. Ma il pareggio a Verona e la vittoria in casa contro la Spal appaiono un segnale positivo rivolto alla società: la linea di continuità voluta perseguire questa estate sta portando i suoi frutti. 

Paradossalmente, le squadre di serie A che hanno modificato in toto (o quasi) la propria rosa — leggi Samp, Cagliari, Fiorentina e Roma — hanno dato prova di un avvio lento e macchinoso in questo avvio stagionale. Stesso discorso potrebbe farsi per la Spal la quale, seppur con l’innesto di soli nuovi quattro giocatori rispetto ai titolari dello scorso anno, ha visto radicalmente cambiato il proprio stile di gioco.

Il Bologna invece sembra viaggiare all’insegna della stabilità, elemento quanto meno importante all’interno di un gruppo. Come ricorda Marcello Giordano sulle pagine del Resto del Carlino, i quattro punti guadagnati in queste due giornate fungono certamente da carica emotiva per i ragazzi di Mihajlovic che adesso si trovano davanti un mese abbastanza denso. Si parte da Brescia il prossimo 15 settembre, passando per Roma, Genoa, Udinese e terminando il tutto nella sfida casalinga contro la Lazio prevista per il 6 Ottobre. Questi i prossimi impegni. Contro le rondinelle, in campo bresciano, non sarà certamente una sfida facile. Si tratta di una piazza importante, neo promossa in serie A che ha mostrato fin da subito il proprio animus combattivo. Tuttavia l’assenza di super Mario, che deve ancora scontare due giornate di squalifica, rende la partita meno difficile per i felsinei. 

Il 22 Settembre poi al Dall’Ara arriverà la Roma di Fonseca, forte dei due nuovi acquisti di fama internazionale Smalling e Mkhitaryan, che pare completamente rivoluzionata sotto il profilo di gioco anche se i risultati ottenuti fin qui non sembrano confermarlo. A seguire il Genoa che — con una rosa praticamente intatta rispetto ad un anno fa, come il Bologna — si è resa protagonista di un ottimo inizio di campionato pareggiando proprio contro i giallorossi e battendo in casa l’ultima giornata la Fiorentina di Montella. Il 29 poi l’Udinese: lasciata indietro lo scorso campionato, obiettivo principale dei felsinei è far sì che ciò accada nuovamente quest’anno. La Lazio chiuderà le danze. La squadra di Inzaghi, anch’essa non rivoluzionata in maniera totale eccezion fatta per l’innesto di Lazzari, potrebbe rappresentare il primo vero scoglio nel cammino dei rossoblù. 

Cinque partite che potrebbero vaticinare l’esito del campionato. Il 19 Ottobre ci sarà la Juve. Partita sicuramente difficilissima, ma sognare non costa nulla.  

Ultima modifica il Giovedì, 05 Settembre 2019 09:47
Marco Carlotti

Parlo di calcio con la consapevolezza che esso é, come diceva Pier Paolo Pasolini, un «sistema di segni»: ovvero una lingua, sia pure non verbale