Stampa questa pagina
Il Resto del Carlino - Il Bologna davanti a tutto Sara Melotti

Il Resto del Carlino - Il Bologna davanti a tutto

Scritto da  Set 12, 2019

Come scrive Marcello Giordano ne “Il Resto del Carlino”, ora – al Bologna – viene prima di tutto la maglia, e quindi le questioni “secondarie”, come i rinnovi, passano in secondo piano.
Gli esempi più lampanti, dato che potrebbero cercare una nuova squadra da soli dal 30 giugno 2020, sono Mattia Destro, Danilo e Blerim Dzemaili.
Il primo percepisce due milioni di euro, ed è stato Mihajlovic a imporre la sua permanenza: in cambio, l’attaccante ha promesso di dedicare anima e corpo alla causa, presentandosi al raduno anche con dieci chili in meno, con la speranza – ambo le parti… - che presenze da titolare e gol lo possano rilanciare.
Questo è l’obiettivo per un giocatore pagato 10 milioni, l’esborso più importante dell’era Saputo.

Il secondo, annualmente, fa entrare nelle proprie casse 900mila euro, mentre Dzemaili supera il milione, ma hanno una caratteristica in comune: aspettano senza patemi l’evolversi della situazione. Essere una squadra vuol dire anche questo: anteporre, da bravi “senatori”, il bene della maglia e dell’allenatore.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.