Udinese – Bologna: le parole di Emilio De Leo nel post partita

Scritto da  Set 29, 2019

Emilio De Leo, collaboratore tattico di Sinisa Mihajlovic, ha commentato così il match nel post partita: “Credo che l'approccio sia stato azzeccato, avevamo chiesto di mettere la gara sulla qualità, sul nostro gioco, loro sono riusciti a portarla sul piano congeniale a loro, sulla fisicità. Invece noi ci siamo fatti prendere dalla frenesia. Sull'espulsione di Soriano? Premettendo che non è nostro costume parlare di arbitro, ero accanto a Soriano alla fine, ha chiesto spiegazioni sul perché non avesse espulso Samir e l'arbitro ha tirato fuori il cartellino rosso, non c'è stato ingiuria o altro, è giusto difenderlo. Non c’è stata alcuna parola fuori posto. Gli episodi sono stati abbastanza eclatanti, a parte questo dobbiamo fare ammenda, avremmo dovuto prenderci le nostre responsabilità quando c'erano pochi spazi, non ci siamo riusciti quindi abbassiamo la testa e continuiamo a lavorare. Persa la carica agonistica? Abbiamo lasciato dei punti per strada, ci siamo detti che eravamo la squadra con l'indice di pericolosità più alta della Serie A ma se non riusciamo a concretizzare le occasioni, c'è qualche problema. Nel primo tempo l’avevamo impostata con le trame a noi più congeniali, ma siamo stati ingenui, e l’Udinese scaltra a trovare il vantaggio. Da lì abbiamo perso lucidità e loro hanno condotto la partita sporca che cercavano. Ognuno di noi poteva fare qualcosa di più, non ci siamo riusciti e dobbiamo abbassare la testa e lavorare, come ci chiede il nostro Mister. Abbassiamo la testa e dobbiamo ritrovare la strada.”