Bologna, la Primavera oggi affronterà la Roma di Alberto De Rossi Michael Mucci

Bologna, la Primavera oggi affronterà la Roma di Alberto De Rossi

Scritto da  Ott 05, 2019

 

 

Quarta giornata del campionato di Primavera 1: prossima avversaria la Roma di Alberto De Rossi

I rossoblù vantano una serie positiva di vittorie: contro il Napoli di Baronio, in Coppa Italia ai danni del Livorno e, per finire, il 3-2 in casa — la scorsa giornata — a discapito del Chievo Verona che ha riaperto l’incontro sul finale di gara facendo tentennare Troise e i suoi.

Quest’oggi, ore 11 presso lo stadio Tre Fontane, la Primavera rossoblù affronterà una Roma agguerrita e volenterosa di sbaragliare gli avversari sul proprio terreno di gioco. Per quanti fossero interessati, ad onor di cronaca, la partita sarà trasmessa anche su Sport Italia.

I giovani giallorossi hanno perso le ultime due gare di campionato — 3 a 2 contro il Torino e 3 a 0 contro la Fiorentina — disputate entrambe fuori casa. É presumibile, quindi, ipotizzare che Alberto De Rossi abbia studiato in allenamento il Bologna, preparando adeguati schemi tattici, nonché caricando psicologicamente i suoi giocatori in vista della sfida. Bologna che, per conto suo, vedrà assente Gianmarco Cangianoex Roma — espulso contro il Chievo Verona. Inoltre, la partita di domani costituirà un ottimo palcoscenico per la sfida in corso tra Juwara e Riccardi: entrambe le punte sono infatti attuali capocannonieri del campionato con quattro marcature totali realizzate. Sarà curioso vedere chi dei due prevarrà sull’altro.

A Firenze un’amara sconfitta ha infranto le speranze capitoline di ribaltare il risultato negativo registrato nella gara precedente contro il Torino. Così però non è stato. La Viola ha aperto le marcature al 6’ grazie al gol Pedro il quale, inseritosi dalla destra, ha beffato Cardinali con un potente diagonale. Al 22’ poi ci ha pensato Bobby Duncan — vecchia reminiscenza anche dei difensori rossoblù — a purgare gli avversarsi portando la Fiorentina in raddoppio. A niente sono serviti i cambi effettuati dalla Roma, con l’avvio di ripresa che ha visto Nigro prendere il posto di Parodi. I toscani sono stati abili a contenere le incursioni giallorosse, respingendo le accelerate sulla fascia di D’Orazio e i virtuosismi di Estrella e Besuijen. Unica vera occasione per la squadra di De Rossi, il palo colpito al 51’ da parte di capitan Trasciani sugli sviluppi di un corner. Sul finale di partita, a soli otto minuti dalla conclusione del match, la firma di Edoardo Pierozzi a decretare il definitivo tris. 

A fronte delle ultime due sconfitte di campionato, tuttavia, la Roma è nona in classifica: a fare da spartiacque tra i lupi e la squadra di Troise vi è il Pescara di Legrottaglie. Inutile sottolineare come un’eventuale vittoria contro la Roma consentirebbe ai rossoblù di rimanere aggrappati alla Fiorentina, anch’essa a sei punti totali, ma appena sopra il Bologna. I gigliati scenderanno in campo contro la Primavera granata reduce da una sola vittoria, proprio contro la Roma, e in cerca di punti importanti per la classifica. Chissà che non sia la volta buona per tentare uno sorpasso importante ai danni di Guidi e i suoi i quali non hanno certamente dato il benservito ai felsinei in avvio di stagione. Quando si dice il karma

 

 

Ultima modifica il Sabato, 05 Ottobre 2019 08:54
Marco Carlotti

Parlo di calcio con la consapevolezza che esso é, come diceva Pier Paolo Pasolini, un «sistema di segni»: ovvero una lingua, sia pure non verbale