Corriere di Bologna - Mihajlovic, Man of the Match ad honorem La Repubblica

Corriere di Bologna - Mihajlovic, Man of the Match ad honorem

Scritto da  Ott 07, 2019

Dopo l’entrata in campo, Sinisa Mihajlovic non poteva non essere accolto da una standing ovation da parte di tutto lo stadio: Marco Vigarani, sulle pagine del Corriere di Bologna, sottolinea che prima ha salutato i tifosi rossoblù, poi si è diretto verso i sostenitori capitolini, battendosi la mano sul petto. Di ritorno, poi, la “freddura”: quando un fotografo intimava a Inzaghi di avvicinarsi per fare la foto di rito tra i due allenatori, il serbo ha scosso la mano in segno di lasciare stare. Nessuna questione, però, tra i due, visto che negli spogliatoi sono stati ripresi a parlare tranquillamente. Probabilmente, Sinisa non vuole essere fotografato forzatamente.

Come forzata non è stata la camminata a San Luca di ieri mattina, quando rossoblù e biancocelesti si sono uniti in un unico colore in solidarietà del tecnico. I numeri dicono di circa mille cuori bolognesi e alcuni capitolini, che all’altezza del colle della Guardia hanno ricevuto la conferma della presenza dell’allenatore in panchina. I medici, dopo il rientro in ospedale per la seconda terapia iniziata il 9 settembre, hanno notato dei miglioramenti – giustificati anche dall’esito degli esami – e per cui hanno concesso il buon’uscita: ora, Mihajlovic si trova di nuovo al Sant’Orsola, con la speranza di essere dimesso già nei prossimi giorni per rientrare a casa – un periodo, ovviamente – e godersi un po’ di riposo insieme alla famiglia. La stessa che, formata dalla moglie Arianna e la figlia Virginia, ieri erano presenti allo stadio, commosse da tutto il contesto creato dall’atmosfera del Dall’Ara e di San Luca.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.