Stampa questa pagina
Il Resto del Carlino - KrejSÌ, un terzino in fiducia Bologna FC

Il Resto del Carlino - KrejSÌ, un terzino in fiducia

Scritto da  Ott 24, 2019

Al momento del suo arrivo, eravamo tutti (abbastanza) sicuri che Mihajlovic avrebbe capovolto il Bologna dalla testa ai piedi, ma – come scrive Marcello Giordano nelle pagine de “Il Resto del Carlino” – chi avrebbe scommesso sul fatto che Krejci sarebbe tornato prepotentemente nelle gerarchie alte delle scelte di formazione?
Chiaro, l’infortunio di Dijks gli ha spianato la strada, però l’ormai terzino ceco si è giocato alla grande le sue possibilità, incorniciandole anche con la capocciata del vantaggio nel match con la Lazio. Da Casteldebole, a sostenere la tesi del suo buon momento, lo descrivono come un professionista esemplare, disponibile, umile, che lavora a testa bassa e sempre pronto a mettersi in discussione. Difatti, dopo quelle due reti in Coppa Italia e contro il Pescara, Ladislav certamente ha spiccato più per i suoi assist (8 nella prima stagione), e questo gli ha permesso di essere costante, fino all'arrivo di Mihajlovic, per tenerlo in considerazione, dato che il terzino sinistro, nel suo scacchiere, ha licenza di attaccare: Krejci ha detto sì ai rossoblù, no alle richieste di Sparta Praga e Kasimpasa, mettendosi a lavorare in campo e sostenendo sedute video personalizzate.

Guarda caso, la stagione scorsa ha dimostrato di meritarsi il posto proprio in un match con la Sampdoria, scendendo sulla fascia e crossando di continuo, confezionando anche un assist per Orsolini. E nonostante i poco meno di 300’ d’uso è riuscito a tornare in Nazionale, nella quale mancava dal novembre 2018, in cui ha solamente scaldato la panchina. Domenica, invece, come nella partita con l’Irlanda del Nord, sarà in campo, ancora una volta a confermare la sua crescita.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.