la Repubblica - Il turnover che non piace a Mihajilovic

Scritto da  Ott 26, 2019

 

 

Si sta avvicinando per il Bologna una settimana cruciale: i rossoblù, con la Samp prima e contro il Cagliari poi, sono alla ricerca di una vittoria che manca ormai da più di un mese. Mihajilovic e il suo staff hanno ormai sciolto i dubbi sulla probabile formazione di domani, con i titolarissimi che scenderanno in campo con l'obiettivo di regalarsi 3 punti preziosi di fronte ai propri tifosi. Tre partite dure per il Bologna, che dopo il match contro il Cagliari ospiterà l'Inter al Dall'Ara. Prima c'è però da pensare alla Samp, e quando vede blucerchiato la squadra felsinea non fa sconti: i più nostalgici ricorderanno sicuramente gli anni 90, quando la squadra comandata da Mazzone fece fuori la compagine ligure praticamente da tutte le competizioni.

La situazione però è cambiata, e domani al Dall'Ara si presenterà una squadra in cerca di punti preziosi. La Samp deve obbligatoriamente vincere per allontanarsi dalla zona di fuoco della classifica. Per quanto riguarda la formazione sono pochissimi i dubbi di formazione, dato che Sinisa non ama particolarmente il turnover e per questo manderà in campo i fedelissimi. Due probabili ballottaggi: quello tra Palacio e Santander, con il primo nettamente favorito, e quello tra Orsolini e Skov Olsen, con l'azzurro che dovrebbe giocare inizialmente titolare. Per il resto tutto confermato, con Svanberg che agirà al fianco di Poli a centrocampo. In difesa toccherà nuovamente a Krejci, costretto a risostituire Dijks, nuovamente infortunato.

Dall'altra parte anche Ranieri pare aver sciolto le ultime riserve di formazione, con l'attacco doriano che sarà formato dal tandem Gabbiadini-Quagliarella. Il neotecnico della Samp in conferenza stampa ha parlato della partita di domani con un pensiero per Mihajilovic: "In attacco dobbiamo collaborare così come abbiamo fatto in fase difensiva contro la Roma. A Sinisa auguro il meglio, dobbiamo abbracciarlo e stargli vicino". Anche lo stadio domani farà sentire la sua vicinanza al mister, dato che presumibilmente ci saranno più di 22.000 spettatori.

Ultima modifica il Sabato, 26 Ottobre 2019 08:45
Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.