Stampa questa pagina

Mancini: «È bello che Mihajlovic torni a casa»

Scritto da  Nov 20, 2019

 

 

Dallo Stadio Olimpico di Roma, all'interno della cornice del Social Football Summit, arrivano le dolci parole indirizzate da Roberto Mancini a Sinisa Mihajlovic. Il forte legame tra i due, che hanno condiviso la maglia da giocatore alla Sampdoria prima e alla Lazio successivamente, seguita dalla doppia parentesi interista che ha visto Mihajlovic giocatore alle dipendenze di Mancini fino al ritiro dal calcio giocato e al passaggio da vice del tecnico di Jesi, è testimoniato nell'intervista rilasciata dall'attuale ct azzurro a Marino Bartoletti. In un dibattito incentrato sul passato da calciatore di Mancini, cresciuto nel vivaio del Bologna, e sull'attuale presente alla guida della Nazionale hanno trovato spazio - come da tema dell'evento - i social network: in tale clima, il giornalista ha richiamato la foto pubblicata su Instagram da Arianna Rapaccioni Mihajlovic, moglie dell'allenatore rossoblù, nella quale vengono certificate le dimissioni dal Sant'Orsola dopo il terzo ciclo di cure cui è stato sottoposto il tecnico serbo. «Ci vorrà ancora un po' di tempo affinché Sinisa possa ritornare in piena forma», testimonia Mancini, «ma il fatto che possa far ritorno a casa è una notizia molto bella».

 

In tema Bologna, va sottolineato che all'interno del Social Football Summit domani ci sarà un doppio intervento legato alla squadra rossoblù: alle 10.30 di domani il social media manager felsineo Edoardo Collina interverrà un panel dedicato al Management delle relazioni con i fan e allo sviluppo del business insieme ai colleghi Nicolò Fabris del Parma e Serena Salvione del Napoli, seguito alle 11.15 dall'intervista del giornalista Simone Rovera di RMC al coordinatore dell'area tecnica Walter Sabatini

Ultima modifica il Mercoledì, 20 Novembre 2019 20:17
Claudio Leone

Palermitano di nascita, valledolmese di crescita (e nel cuore), imolese dall'adolescenza in poi. Innamorato del calcio in ogni sua espressione, vivo di curiosità, con picchi di entusiasmo fanciulleschi nel nutrirmi di storie poco note. Segno distintivo: politeista. Venero Roby Baggio, Federico Buffa ed altri personaggi del mondo sportivo.