Foto SkySport Foto SkySport

Il San Paolo piange: il Bologna lo sbanca (1 a 2)

Scritto da  Dic 01, 2019

NAPOLI - Il Bologna di Mihajlovic non ha paura di nessuno e inguaia ancora di più il Napoli di De Laurentis: vittoria per 2 a 1 al San Paolo, dopo aver ribaltato il gol iniziale di Llorente. Il primo gol in campionato di Skov Olsen e quello di Sansone, consegnano tre punti pesanti ai rossoblù.

Bologna in campo con Denswil a fare il terzino sinistro mentre nel Napoli parte titolare Llorente come punta centrale.
La prima vera occasione è Per il Napoli al 10’, con Fabian Ruiz che si districa bene in area ma la conclusione si allarga oltre la porta difesa da Skorupski.
al 13’, ripartenza del Napoli che copre con pochi tocchi l’intero campo di gioco; il tiro di Insigne, tuttavia, non è all’altezza e non impensierisce oltre modo il Bologna.
Tre minuti più tardi Lozano va in rete ma quando riceve il pallone è in posizione di fuorigioco e l’arbitro non concede la segnatura.
Il primo tiro rossoblù (oggi in verde) è di Tomiyasu dalla grande distanza; la forza è inefficace e finisce morbido tra le braccia di Ospina.
Skorupski è costretto a rimediare in qualche modo per tre volte consecutive, intorno al 22’. Bravo e fortunato, il portiere mantiene il risultato sullo 0 a 0.
Al 24’ Palacio trova la porta ben occupata da Ospina che evita pericoli, parando a terra.
Al 32’, l’occasione più nitida della gara sin qui disputata è nei piedi di Dzemaili; dall’altezza del dischetto del rigore gira in acrobazia un rimpallo, ma la palla esce di pochi centimetri dal palo sinistro difeso da Ospina che non fa altro che guardare la palla  sfiorare la rete.
Al 40’ però i padroni di casa passano in vantaggio: bravo Skorupski sul primo tiro di Insigne ma sulla seconda palla arriva Llorente che non perde l’occasione e infila in rete. 1 a 0 e per il Bologna si fa complicata.
Tre minuti più tardi ci prova Lozano a chiudere l’incontro ma la conclusione del messicano si allarga dalla porta rossoblù e non impensierisce Skorupski.
I primi quarantacinque minuti si chiudono senza ulteriori fatti in cronaca. Il risultato di svantaggio pare occasionale e pare penalizzare in eccesso la squadra di Mihajlovic.
Buona la prima azione offensiva del Bologna, dopo sette minuti passati dall’inizio del secondo tempo: Sansone penetra l’area con efficacia ma è bravo Koulibaly a sventare il cross
Bravissimo Skorupski al 55’ che para a terra un tiro da fuori area di Insigne, partito in contropiede.
Al 57’ però arriva il giusto equilibrio. A riportare la partita in parità, il primo gol nel campionato italiano di Skov Olsen che ribatte di destro un cross che doveva essere destinato a Palacio. 1 a 1 e la partita viene riaperta del giovane danese subentrato a Orsolini.
Al 65’ il Bologna sfiora il vantaggio con Sansone ma è bravo Ospina a sventare il tiro a incrocio. 
Un minuto più tardi, il San Paolo grida al gol ma il tiro di Mertens lambisce il palo alla destra di Skorupski, senza entrare.
Situazione analoga, ma a parti invertite, al 70’. In questo caso è il tiro di Sansone che inganna l’occhio, senza entrare in porta.
Botta di Fabian Ruiz dalla media distanza al 73’ che impensierisce Skorupski ma non lo obbliga all’intervento.
Al 74’ Koulibaly rischia il secondo giallo per un fallo su Svanberg durante una ripartenza. Pasqua non sanziona il difensore azzurro.
Al 78’ la palla buona capita sui piedi di Mertens ma l’attaccante belga spedisce alle stelle da buona posizione.
All’80’ si gela il San Paolo, il Bologna ribalta la partita: Sansone riceve un’imbeccata perfetta di Dzemaili e trafigge Ospina in uscita: 1 a 2 e i rossoblù hanno un‘importante opportunità per portare il risultato a casa.
All’84’, si rivede in campo Mattia Destro che va a sostituire un infaticabile Palacio.
Al terzo minuto di recupero, Llorente ha sulla testa la palla per pareggiare ma tira centrale e Skorupski è ben piazzato.
Nel quarto minuto di recupero, però, il Napoli trova il pareggio grazie a Llorente che si libera con vigore di Danilo e segna in solitudine. Il Var si accorge di una posizione di fuorigioco e il gol viene annullato. 
E si rimane così fino alla fine della gara: il Bologna sbanca il San Paolo e sono tre punti che brillano come oro.
 
NAPOLI (4-4-2) - Ospina, Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo, Fabian, Zielinski, Elmas (65’ Mertens), Insigne, Lozano, Llorente. All.:Carlo Ancelotti
BOLOGNA (4-2-3-1) Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Poli, Medel (61’ Svanberg); Orsolini (46’ Skov Olsen), Dzemaili, Sansone; Palacio (84’ Destro). All.: Sinisa Mihajlovic.  
Arbitro:   Pasqua di Tivoli. (Assistenti Lo Cicero e Santoro; IV uomo Manganiello; VAR Mariani, assistente Di Iorio)
Reti: 40’ Llorente (N), 57’ Skov Olsen, Sansone (B)
Ammoniti: 36’ Medel, 56’Poli, 60’ Denswil (B), 37’ Koulibaly, 90’+3 Destro (N)
Ultima modifica il Domenica, 01 Dicembre 2019 21:06
Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.