Napoli - Bologna: le parole di Emilio de Leo nel post partita

Scritto da  Dic 02, 2019

Emilio de Leo, collaboratore tattico di Sinisa Mihajlovic, ha commentato così il match contro il Napoli: “ Ci tengo a sottolineare che non era facile ritrovare coesione di squadra dopo lo svantaggio, siamo stati molto bravi. Nel primo tempo non avevamo i tempi di pressione giusti e stavamo troppo bassi, nel secondo tempo abbiamo accorciato le distanze riacquistando fiducia. Questa squadra è figlia del carattere del nostro allenatore: nel dubbio cerca di osare. Continueremo sempre con questa filosofia e sono sicuro che gli episodi inizieranno sempre più spesso a girare dalla nostra parte.  Se ho sentito Sinisa? Ma lui è sempre co noi, ci sentiamo in maniera costante ed è lui a dare le direttive. Noi ci siamo sempre detti che non bisognava darsi alibi, dalla prima giornata si poteva fare sempre di più. Dopo un brutto periodo tutti hanno tirato fuori il carattere, poi il ritorno alla normalità è importante e Sinisa potrà essere un valore aggiunto. Skov Olsen? Era una delle possibilità che avevamo, l'abbiamo usata ed è andata bene. A Tomiyasu abbiamo chiesto di spingere un pochino di più, con Orsolini che doveva accentarsi e viceversa quando dovevamo attaccare. Tomiyasu ha interpretato molto bene queste indicazioni. In certi momenti deve scattare una scintilla che è necessaria per vincere queste gare. I ragazzi hanno sentito questa scintilla, siamo stati molto bravi ad accorciare le distanze sul piano tattico. La cosa importante per noi è la resilienza, siamo un gruppo destinato a soffrire, ma quando soffriamo non dobbiamo mai perdere la testa. Questo ci siamo detti all’intervallo e così è stato. I ragazzi hanno sentito la scintilla e sono poi stati bravi ad accorciare le distanze. Ci tengo a ringraziare i tifosi che ci hanno seguito fino a qua, so che erano circa un centinaio e vorrei dire loro che ci hanno dato un grande supporto. Mi ha fatto particolarmente piacere vederli al San Paolo, essendo io originario di queste parti.”