Resto del Carlino - Serata di Coppa Italia, Miha a Udine manda in campo il Bologna B

Scritto da  Dic 04, 2019

Nel freezer della Dacia Arena questa sera il Bologna sfida l’Udinese. Un turno di Coppa Italia che rischia di essere solo un intralcio, più che una possibilità per le due compagini di sognare un posto in Europa. Se il Bologna, reduce dalla vittoria del San Paolo contro il Napoli, è concentrato sul campionato, lo stesso vale per l’Udinese la cui tensione nell’ambiente è trasparita dopo le dichiarazioni di fuoco di Marino nei confronti dei calciatori che domenica contro la Lazio a fine primo tempo erano già colpevolmente sotto 3-0.

Tutte queste premesse, per dire che sia Udinese che Bologna manderanno in campo formazioni quanto più possibili “sperimentali”, dando un’occasione a tutti. I rossoblù rinunceranno alla presenza di Miha, che compatibilmente con le sue condizioni di salute seguirà i suoi dai confortevoli salotti di Castedebole.
Tuttavia la squadra, nonostante il basso interesse nei confronti della sfida, non scenderà in campo distratta o demotivata, anzi per molti che hanno visto poco il campo da gioco in questi primi mesi sarà un’occasione per mettersi in mostra, tanto più che la sfida vale il passaggio del turno e la possibilità di andare a giocare nel prossimo gennaio (15 o 22) l’ottavo di finale all’Allianz Stadium, in casa della Juventus.
Miha ha comunque optato per un robusto turnover e ha lasciato a casa i convalescenti Dijks e Soriano, Santander appena tornato in gruppo negli allenamenti, Dzemaili e Bani entrambi vittime di affaticamenti e il titolarissimi Sansone e Palacio. Così nella formazione titolare ecco possibilità per il 2000 Corbo, che vanta solo qualche minuto contro il Parma nel finale dello scorso campionato, Medel in mezzo al campo perché squalificato per la sfida di domenica, mentre in avanti con Skov Olsen, fresco di importantissimo gol nel catino del San Paolo, ecco che Destro potrebbe rivedere una maglia da titolare, anche se lo insidia da vicino il classe 2001 Juwara.
Prima della partita però il ricordo di Franco Janich, venuto a mancare lunedì all’età, l’ex Bologna verrà commemorato con un minuto di silenzio delle squadre prima del calcio d’inizio, mentre la squadra indosserà il lutto al braccio.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.