Bologna-Milan: le parole di Emilio de Leo nel post partita

Scritto da  Dic 09, 2019

Il collaboratore tattico di Sinisa Mihajlovic, Emilio de Leo, ha commentato il match contro il Milan: “Vi giro le parole del nostro allenatore, che ha parlato a fine partita ha parlato alla squadra. Abbiamo concesso troppo all’avversario, sono stati commessi troppi errori tecnici, che non ci si poteva permette soprattutto al cospetto di una squadra che ha grandi qualità. Errori che ci sono costati cari. Secondo me, a tratti siamo anche riusciti ad accorciare le distanze, poi l’ingenuità ci ha punito. Sui cambi penso non ci sia niente da rimproverarci. Io credo che noi si sia provato a fare la nostra gara, siamo riusciti ad accorciare le distanze, poi siamo stati ingenui a prendere il terzo gol. Poi i ragazzi ci hanno provato a riprendere in mano la gara. Siamo partiti ad handicap e non ce lo possiamo permettere. Volevo provare a velocizzare il gioco, Svamberg ha caratteristiche più offensive, calcia anche bene dalla distanza. Anche se sta sera non lo ha dimostrato. Skov Olsen ha provato a dare il massimo, si sta ancora ambientando al nostro calcio ma sta lavorando molto bene. Orsolini ha avuto un impatto positivo sulla squadra al suo ingresso, si è anche procurato il rigore da cui è nato il secondo gol. Siamo contenti di aver recuperato Santander, è tornato in forma ed è entrato bene in partita: ci ha permesso di alzare il baricentro. Poli e Danilo? Non ho visto niente. Credo non sia stato niente, sarà stato un battibecco legato all’adrenalina del momento. Non sarei così estremo nel paragone tra questa stagione e quella passata. Stiamo lavorando e abbiamo delle cose da migliorare. Dobbiamo inculcare delle opzioni alternative e dobbiamo lavorare di più e meglio, come ha detto Sinisa a fine gara. Non cerchiamo alibi. L'atteggiamento nostro come staff e del gruppo è quello di chi sa cosa deve fare, ma vanno trovate delle alternative.”