il Resto del Carlino - Da Favilli a Barrow, quanti nomi per l'attacco rossoblù

Scritto da  Dic 24, 2019

I desideri di Mihajlovic per il mercato di gennaio sono due: un centrale difensivo e un attaccante. Se per la prima richiesta si sta lavorando su Lyanco e Juan Jesus, sulla seconda il discorso è leggermente più complicato, anche perchè i nomi in ballo sono tanti e le operazioni da imbastire sono complesse.

Come detto, i nomi sul taccuino di Bigon e Sabatini sono tanti: il primo della lista è Emanuel Vignato. Il 19enne, attualmente in forza al Chievo, pare essere oramai bloccato dalla dirigenza rossoblù: l'accordo con i clivensi c'è già, ora bisognerà capire se il talentino azzurro arriverà subito o solamente a giugno. Se arrivasse subito, la caccia spietata del Bologna all'attaccante finirebbe immediatamente; se così non fosse, ecco che si virerà su altri nomi.

I due preferiti dalla dirigenza sono Favilli e Barrow. Partiamo con ordine: l'attaccante genoano ha già dato la sua disponibilità a trasferirsi, ma l'operazione non è molto semplice perchè in casa Genoa potrebbe esserci presto un nuovo ribaltone in panchina che potrebbe cambiare le gerarchie. Se così non bastasse, la trattativa poi dovrebbe farsi anche con la Juventus, proprietaria del cartellino del giocatore. Una soluzione potrebbe essere uno scambio alla pari con Destro, ma di questo se ne parlerà solamente tra qualche giorno. L'alternativa, come già anticipato, è Musa Barrow dell'Atalanta. Anche qui però l'operazione è abbastanza difficile: il Bologna lo vorrebbe in prestito con diritto di riscatto, la dirigenza bergamasca è però ora impegnata con il Parma per Kulusevski, richiestissimo dall'Inter.

Con la società di Percassi si potrebbe aprire un asse di mercato importante: sul piatto infatti ci sono anche Kjaer, difensore che non ha la piena fiducia di Gasperini, e Arana, laterale sinistro che gioca con Lyanco nell'Under23 brasiliana. Questi due difensori sono attualmente in prestito dal Siviglia, e potrebbero fare ritorno alla base già a gennaio così che il Bologna possa trattare direttamente con la dirigenza andalusa. 

Il Bologna ha sì bisogno di un difensore, ma si può ora ragionare con calma: Tomiyasu e Denswil stanno facendo bene nei rispettivi ruoli, quindi la dirigenza non deve aver fretta per non rischiare di sbagliare operazione. C'è tempo, e le feste sicuramente porteranno buoni consigli.

Ultima modifica il Martedì, 24 Dicembre 2019 10:01
Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.