Super Orso e il derby coi viola finisce 1 a 1

Scritto da  Gen 06, 2020

BOLOGNA - Il Bologna non trova la porta e rischia di perdere contro la Fiorentina ma Orsolini si inventa il pareggio a tempo scaduto e al Dall’Ara finisce 1 a 1 il derby degli Appennini

Per motivi burocratici non è della partita l’argentino Dominguez e Mihajlovic mette Poli al fianco di Medel e Soriano dietro la punta Palacio. Nella Fiorentina del neo allenatore Iachini, si rivede Pulgar ex di turno.

Il primo angolo è per la Fiorentina al 10’ dopo una bella azione di Lirola ma non si segnalano pericolo per la difesa bolognese.

La squadra di Mihajlovic cerca di costruire e mantenere alta la pressione sugli avversari ma la viola sindfiende compatta e, finora, in modo efficace.

Intorno al 25’ il Bologna aumenta la pressione ma Palacio non arriva di pochi centimetri a un invitante pallone ricevuto in area, a tu per tu con il portiere viola.

Due minuti più tardi, tuttavia, la Fiorentina passa in vantaggio con Benassi. Il centrocampista trova la coordinazione perfetta da fuori area e, al volo, batte all’incrocio Skorupski. 0 a 1 e il Bologna si ritrova in svantaggio a casa propria.

Al 32’ rossoblù vicino al pareggio ma Caceres sventa mandando in corner un pericoloso spiovente vicino alla linea di porta.

Un minuto dopo, il Bologna manovra bene e porta al tiro Tomiyasu ma Drongosvski è attento e para.

Al 40’ pericoloso colpo di testa di Pezzella in area rossoblù ma il pallone esce lontano dalla porta difesa da Skorupski.

Niente altro da segnalare nella prima frazione di gioco e i rossoblù si trovano a dover ribaltare la partita tra le mura amiche.

Dopo un minuto passato nel secondo tempo, il Bologna cerca subito il pareggio ma Sansone trova l’opposizione di Dragovski e guadagna solo un angolo.

Si vede poi la Fiorentina al 47’ con Lirola ma Skorupski è attento e non si fa superare dal tiro del terzino e devia in corner.

Al 55’ Palacio cerca l’eurogol vedendo Dragovski fuori dall’area ma il pallone non trova la porta.

Al 58’ Mihajlovic opera la prima sostituzione togliendo Poli (retrocedendo così Soriano) per inserire un’altra punta: Santander.

Al 62’, dopo un sospetto fallo su Tomiyasu, Vlahovic tira dalla distanza ma il pallone sorvola la traversa.

Al 65’ una bella punizione di Sansone, dal lato corto destro dell’area viola, impensierisce Dragovski che si libera velocemente del pallone che si faceva pericolosa.

Due minuti più tardi, ancora Sansone a tu per tu con Dragovski ma anche questa volta è il portiere fiorentino che ha la meglio.

Intorno al 70’ la Fiorentina rischia di raddoppiare. Castrovilli conquista un pallone sulla trequarti e serve Chiesa. L’attaccante entra in area ma è bravissimo Skorupski a vincere il duello.

Il Bologna aumenta la pressione e colleziona calci d’angolo ma ancora non trova il pallone giusto da insaccare in rete.

Saetta da fuori area di Santander al 76’ ma la sfera non incontra lo specchio della porta.

Sfiora invece il palo la punizione battuta da Pulgar al 78’, calciata dal limite dell’area.

Risponde Soriano ma la botta secca da fuori risulta centrale e non impegna in eccesso Dragovski.

Mancano dieci minuti alla fine ma la squadra di Mihajlovic non trova con nitidezza il pallone giusto per il pareggio.

Dalbert, lanciato da solo in contropiede, all’80’ tenta il tiro dalla trequarti con Skorupski fuori dalla porta; il pallone, tuttavia, è mal calciato ma non impensierisce.

Bologna vicino al pareggio con Bani che, all’87’, sfiora in pallone in area e mette in difficoltà Dragovski che, però, riesce comunque ad arginare il pericolo.

A pochi istanti dalla fine, la statistica vede il Bologna con un possesso oltre il 70 per cento ma, evidentemente, non pare sufficiente per raddrizzare la gara.

Ma la giustizia trova il suo equilibrio e il Bologna perviene al pareggio nel terzo minuto di recupero. È Orsolini che si inventa una punizione perfetta sul lato corto sinistro della porta difesa da Dragovski, trovando il coraggio di tirare da posizione impossibile ma trovando l’incrocio e il pareggio. 1 a 1 e le cose tornano sui binari corretti, per quanto visto.

Il gol è l’ultima cosa che si vede sul campo da gioco e il Bologna pareggia il suo primo incontro del nuovo anno.

 

 

BOLOGNA: Skorupski, Tomiyasu,  Danilo, Bani, Denswil (75’ Skov Olsen); Medel (82’ Svanberg), Poli (58’ Santander); Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio. All.: Sinisa Mihajlovic

FIORENTINA: Dragovski, Milenkovic, Pezzella, Caceres, Lirola, Pulgar, Benassi, Castrovilli (90’ Ceccherini), Dalbert (82’ Venuti), Chiesa, Vlahovic (6b’ Boateng). All.: Giuseppe Iachini

Arbitro: Valeri da Roma (assistenti Valeriani e Lo Cicero; IV uomo Piccinini; Var Mariani, assistente Galetto)

Reti: 27’ Benassi (F), 90’ +2’ Orsolini

 

Ammoniti; 37’ Milenkovic, 45’ +1’ Lirola, 53’ Caceres, 69’ Pulgar (F), 40’ Medel, 77’ Bani (B)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.