L'uomo della Domenica: IL 7BELLO

Scritto da  Gen 07, 2020

E' sicuramente lui, Riccardo Orsolini, "il 7bello", il protagonista indiscusso del derby più amato e più odiato della storia rossoblù, quello che si è disputato ieri allo Stadio Dall'Ara contro la Fiorentina. Classe 97', già agli esordi con la maglia azzurra, un giovane dalle qualità da grande campione, potenzialità di cui nemmeno lui, a volte, è consapevole. Ieri, però, abbiamo visto un giocatore con grande personalità, forse tutta concentrata in quell'ultima frazione di minuto, il 94' perché in quel momento Orsolini ha osato,mettendo a segno, all'incrocio del primo palo, un goal da palla inattiva straordinario. Lui ci ha creduto fino alla fine e, proprio il giorno prima, aveva ricevuto dei consigli da Sinisa Mihajlovic su come tirare i calci di punizione. La sua crescita personale, del resto,è cominciata proprio dall'arrivo del tecnico serbo che lo ha preso sotto le sue ali e ha creduto in lui. Cinque goal, di cui tre nelle ultime due partite, un bilancio molto positivo per il nostro numero 7, sperando sia il segno di una maturità calcistica che premia la continuità. Quel goal così spavaldo, all'ultimo spasmo, ha riacceso quella scintilla che si stentava a vedere durante la gara, complice anche e, soprattutto, la strategia di gioco estremamente difensiva di Iachini. Il non gioco della Fiorentina, a parte il bel goal di Benassi, ha reso molto difficile il nostro gioco. Orsolini, molto abile, nel strappare la palla agli avversari in più di un episodio, dando cosi un contributo anche al nostro reparto difensivo,non trovava però il guizzo e lo spazio per dare adito alla sue giocate da fantasista. Grande merito, quindi, a questo ragazzo e al suo intrepido coraggio, un'iniezione di entusiasmo che fa molto bene agli occhi ed al cuore.       

Claudia Aldrovandi

Tifosa e autodidatta inizio a scrivere articoli e a fare interviste presso lo Stadio dall’Ara.
Successivamente apro la mia pagina Facebook IlBolognadiClaudia ed ora eccomi qui!