Blerim Dzemaili Blerim Dzemaili radionettuno.it

Il Resto del Carlino - Dzemaili verso la Cina di Donadoni

Scritto da  Gen 23, 2020

Come riportato da Marcello Giordano ne “il Resto del Carlino”, la Cina di Donadoni si avvicina con un’offerta difficile da rifiutare. L’offerta in questione è per Dzemaili, capitano rossoblù 34 enne con il contratto in scadenza, è ad un passo dal dire “addio”. La proposta, nonostante la stretta sugli ingaggi da record che la Cina ha imposto, sarebbe quella di giocate nella serie B cinese, andando a guadagnare 2-3 milioni a stagione per i prossimi 2-3 anni. Durata del contratto e bonus sono ancora in fase di restauro.

Dzemaili rimarrebbe volentieri a Bologna, ma sente comunque che l’aria nel club è cambiata: Mihajlovic punta sui giovani e non si è fatto problemi a mettere Schouten e la new entry Dominguez in formazione contro il Verona, inoltre, può contare pure su Poli Svanberg, Soriano e Medel, momentaneamente fuori uso. Si aggiunge al fatto che, in ogni caso, il club non aveva iniziato a parlare di rinnovo, con il contratto in scadenza al 30 giugno 2020.

In sintesi: Dzemaili sarebbe pronto a partire, qualora si chiudessero le ultime trattative con lo Shenzen, e il Bologna è pronto a lasciarlo andare. Un’altro capitano, dopo Diamanti, potrebbe così lasciare il Bologna in direzione Cina.

A differenza di Diamanti, dove senza di lui il club sarebbe sprofondato senza di lui, l’addio di Dzemaili, dal punto di vista tecnico, sarebbe indolore: oggi i felsinei sono un club consolidato, con all’interno i ricambi pronti. 

Sarà comunque un addio tutt’altro che indolore sul piano dei rapporti. Nella sua prima stagione è stato un trascinatore, con i suoi 9 goal tra coppa e campionato. Poi l’avventura ai Montreal Impact e il ritorno, su richiesta per motivi famigliari. Al suo ritorno Dzemaili non è più tornato ad essere quello della stagione 2016-’17.

 

Sul piano morale resta e resterà sempre un valore aggiunto: soprattutto dopo la vicenda del mister, che ha condizionato l’ancor prima inizio della stagione, Dzemaili si è confermato leader negli spogliatoi e punto di riferimento per i più giovani e la dirigenza. Motivo per il quale, comunque vada, il suo club lo ringrazierà sempre.

Ultima modifica il Giovedì, 23 Gennaio 2020 09:20
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.