foto ANSA foto ANSA

Il Bologna non si ferma: 2 a 1 al Brescia

Scritto da  Feb 01, 2020

BOLOGNA - Il Bologna non manca l’occasione e sfata il presunto tabù Dall’Ara: 2 a 1 al Brescia e virtuale nono posto in classifica, in attesa di Verona, Napoli e Torino che giocheranno tra domani e lunedì.

La squadra rossoblù comincia subito all’attacco e mantiene alta la pressione offensiva fin dai primi minuti. Al 3’ Schouten (in evidente crescita) prova la botta dalla distanza; il pallone viene deviato da Chancellor e per i rossoblù è solo corner.

Non passano neanche dieci minuti e Mihajlovic è costretto a sostituire Sansone per infortunio e al suo posto entra Barrow.

Al 22’ è proprio il neoentrato Barrow a cercare la via del gol ma il tiro dalla distanza risulta essere un po’ troppo largo e non impensierisce Joronen.

È ancora Barrow che prova a chiudere una combinazione a tre al 25’: il pallone non è però colpito con la forza necessaria per essere efficace.

Incredibile al 28’ quando Palacio, perfettamente imbeccato da Poli si ritrova a tu per tu con Joronen e la meglio ce l’ha il portiere del Brescia che sventa un’occasione d’oro.

Ci prova anche Orsolini due minuti dopo ma, anche in questo caso, l’intenzione è migliore dei fatti.

Si ribalta tutto al 34’ quando Doveri decreta rigore per un fallo di Mbaye su Dessena lanciato in area. Sul pallone va Torregrossa che spiazza Skorupski e insacca il vantaggio bresciano. 0 a 1 e viene rsconfessato il senso che aveva preso sin qui la partita.

Ci pensa però Orsolini a ristabilire il giusto equilibrio al 43’; da posizione impossibile (quasi schiacciato sul primo palo), riceve un pallone da Mbaye, lo difende da Chancellor e poi si gira per trovare il gol: 1 a 1 e i rossoblù ripartono per portarsi a casa l’intera posta.

Nel secondo minuto di recupero dei quattro concessi, Palacio ha, se possibile, un’occasione migliore rispetto a quella capitategli precedentemente. L’errore sotto porta è quasi incredibile per le qualità del giocatore

Finisce così la prima parte di partita, senza ulteriori fatti in cronaca.

Nei secondi quarantacinque minuti, il Brescia sembra avere iniziato meglio ma è poi il Bologna a rendersi davvero pericoloso. Dopo dieci minuti dal fischio iniziale, infatti, Orsolini crea scompiglio nell’area avversaria ma per ben due volte la difesa bresciana riesce a sventare in qualche modo il pericolo.

Al 57’ un altro pallone pericoloso circola in area lombarda, ma il rasoterra di Barlow non viene trovato da Soriano e l’azione sfuma.

Due minuti più tardi, altra occasione per i padroni di casa. Dalla sinistra, Barlow trova il pallone in area ma il suo tiro a botta sicura trova pronto Joronen.

Al 64’ Torregrossa si butta in area ma Doveri lascia proseguire. Probabilmente, il tocco di ginocchio di Denswil sull’attaccante c’è ma avviene fuori dall’area e il Var non interviene.

AL 69’, Poli scodella un filtrante per Soriano che di testa schiaccia a terra l’invitante pallone ma trova ancora una volta pronto Joronen che smanaccia e salva.

Un’opportunità importante cade anche tra i piedi di Skov Olsen al 79’ e il giovane rossoblù calcia con forza ma con poca precisione e il pallone si alza ben oltre la traversa.

Mihajlovic le tenta tutte per portarsi a casa i tre punti e a meno di dieci minuti dalla fine fa entrare Santander per Mbaye. E proprio l’attaccante si gira benissimo in area all’85’ ma il pallone si allunga oltre il secondo palo. 

Mancano due minuti alla fine e il Dall’Ara esplode di gioia: Mattia Bani arriva in scivolata su un pallone che arriva dalla sinistra e trafigge sotto porta Joronen. 2 a 1 e Bani è al quarto e decisivo gol per il Bologna.

Nel primo dei quattro minuti di recupero concessi da Doveri, Palacio mette un pallone perfetto in area ma la difesa lombarda riesce a spedire in angolo.

Il Bologna non sa fare diversamente e anche nei minuti di recupero continua a pressare altissimo, impedendo ai bresciani di far salire la squadra.

Angolo per il Brescia negli ultimi secondi con anche Joronen in area rossoblù. Ma il pallone vola senza senso e chiude di fatto la vicenda. Il Bologna conquista tre punti importantissimi e torna a vincere tra le mura amiche.

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye (81’ Santander), Bani, Danilo, Denswil; Schouten, Poli; Orsolini (71’ Skov Olsen), Soriano, Sansone (12’ Barrow); Palacio. All. Sinisa Mihajlovic

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Chancellor, Cistana, Mateju; Bisoli, Tonali, Dessena (60’ Martella); Romulo (71’ Ndoj); Ayè (77’ Donnarumma), Torregrossa. All. Eugenio Corini

Arbitro: Doveri di Roma (assistenti Giallatini e Pagliardini; VAR Abisso, assistente Manganelli.

Reti: 35’ Torregrossa (r.) (Br), 43’ Orsolini, 88’ Bani (B)

 

Ammoniti: 34’ Mbaye, 44’ Danilo (B), 41’ Torregrossa, 44’ Romulo (Br)

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.