La Repubblica - La Panchina d’oro a un passo. Solo Gasp insidia Mihajlovic fanpage

La Repubblica - La Panchina d’oro a un passo. Solo Gasp insidia Mihajlovic

Scritto da  Feb 03, 2020

Simone Monari ci racconta, dalle colonne di La Repubblica, come oggi a Coverciano gli allenatori delle ultime due stagioni di Serie A saranno chiamati a votare. A loro si aggiungeranno il commissario tecnico della nazionale, Roberto Mancini e Renzo Ulivieri in qualità di direttore della scuola di Coverciano.

Il miglior allenatore della scorsa stagione. Il più grande riconoscimento che un allenatore possa ricevere a livello Italiano. La giuria è prettamente tecnica, come detto sono gli allenatori a votare, e lo faranno questo mattina alle 11 nella sede di Coverciano. Mihajlovic non è atteso, al suo posto si presenterà Bigon. L’albo d’oro recita tre titoli ad Allegri ed uno a Sarri negli ultimi quattro anni, i favoriti per questo tornata saranno Sinisa, proposto ai suoi tempi da Marco Di Vaio, e Gian Piero Gasperini.

Mihajlovic è stato chiaro, quando gli riferirono la possibilità di vincere il premio, dichiarò che se la sua vittoria fosse arrivata per la malattia non lo avrebbe ritirato. Ma Mihajlovic la scorsa stagione non è stato solo l'allenatore della malattia, è stato un uomo capace di rivoltare come un calzino una squadra intera, andando a compiere un mezzo miracolo, trascinandola dalla zona retrocessione al decimo posto in sole 17 partite, macinando 30 punti e sopratutto cambiando la mentalità di una squadra fino a quel momento timida e impaurita. 

Gasperini ha già vinto la panchina d’argento per la stagione 2006/2007, l’anno scorso ha portato la sua Atalanta al terzo posto dietro solo a Juve e Napoli, sfiorando il sogno Coppa Italia arrivando in finale. Due allenatori centrali di queste ultime stagioni di Serie A, che vinca il migliore.

Ultima modifica il Lunedì, 03 Febbraio 2020 07:57
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.