Stampa questa pagina

Bologna femminile beffato nel finale, a Riccione finisce 3-2

Scritto da  Feb 10, 2020

Il Bologna femminile perde 3-2 in trasferta contro il Riccione, nell’ennesima partita in cui gli episodi condannano in modo fin troppo pesante le rossoblù. Andate sotto per un pizzico di disattenzione mista ad un probabile errore arbitrale, riescono a raddrizzare l’incontro riportandolo sul 2-2 grazie alle reti di Schipa e Magnusson, ma sul finale, come spesso è accaduto in questa stagione, un’avversaria azzecca una parabola incredibile condannando il Bologna alla sconfitta. Non è solamente sfortuna, vari gli errori sia difensivi che sotto porta che avrebbero potuto far finire la partita in modo differente, ma il finale è purtroppo ancora una volta amaro per le rossoblù, nonostante l’impegno ed il gioco messo in campo. La classifica rimane complicata ma il margine per salvarsi c’è.

La partita

L’incontro è stato ricco di azioni degne di nota, iniziate già al 5° minuto con una mischia in area rossoblù sbloccata da una parata a terra della Benassi. Passano quattro minuti e Schipa serve bene Rambaldi che però incespica al momento del tiro mancando l’occasione. All’11° nuovo capovolgimento di fronte con la Abouziane che in sospetto fuorigioco non riesce a segnare. Tra il 15° ed il 25° ci sono alcuni palloni messi in area di rigore di ambo le squadre, che però non vengono finalizzati dalle attaccanti. Nella fase centrale del primo tempo è meglio il Riccione, con Abouziane che va vicina al gol in due occasioni, nelle prima tira alto, mentre nella seconda la Giuliano salva sulla riga. Al 43° Schipa riesce a liberari in area di rigore e paizza un buon pallone, ma la Giorgi si supera e mantiene il risultato sullo 0-0.

Nel secondo tempo arrivano tutte e cinque le reti. Al 47° la Abouziane porta in vantaggio le padrone di casa, segnando in palese fuorigioco sbandierato anche dal guardalinee. Ma il Sig. Balducci della sezione di Empoli no è d’accordo ed assegna la rete contro il volere del collaboratore. Il Bologna ribatte subito con un bel tiro della Arcamone che manca di poco il bersaglio ed al 54°, le rossoblù vengono nuovamente punite dal gol della Antolini. 2-0 per le locali ed ancora doppio gol delle ex, ma le bolognesi non si abbattono ed alzano il ritmo. Così dopo neppure due minuti Schipa mette a terra un buon pallone e batte il portiere avversario accorciando le distanze. Il Bologna spreca un’occasione per il pari, ed al 78° la Giorgi compie una prodezza salvando il risultato. Ma un minuto dopo, un bel pallone filtrante premia lo splendido taglio della Magnusson che salta nettamente la Giorgi in uscita e col mancino mette in rete alzando la parabola per evitare il tentativo di salvataggio in extermis di un’avversaria. Discreta prestazione e gol all’esordio per la svedese. Il pareggio è meritato ed anzi, le rossoblù spingono per cercare qualcosa di più, ma come spesso è accaduto in questa stagione, vengono puniti da un gol straordinario. Al 95°, a tempo praticamente scaduto, Ciavatta azzecca una parabola imparabile che bette Benassi e regala la vittoria al Riccione

 

Tabellino

Riccione: Giorgi, Della Chiara, Maccaferri, Marcattili, Rodriguez, Amaduzzi, Perone, Magnani, Abouziane, Antolini, Esposito. A disp.: Meletti, Amaduzzi, Barocci, Gostoli, Dominici, Sommella, Bussarolo, Borico, Ciavatta. All.: F.Migani

Bologna F.C. 1909: Benassi, Giuliano, Becchimanzi, Pacella, Simone, Rambaldi, Marcanti, Arcamone, Schipa, Magnusson, Hassanaine. A disp.: Racioppo, Perugini, Mingardi, Ghelfi, Minelli, Patelli. All.: M.Galasso

Reti: 47° Abouziane, 54° Antolini (R), 56° Schipa, 79° Magnusson (B), 95° Ciavatta (R)

Ammonizioni: 57° Della Chiara (R), 61° Becchimanzi (B), 89° Marcattili (R)

Ultima modifica il Lunedì, 10 Febbraio 2020 16:22
Simone Zanetti

Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.