Stampa questa pagina
Joey Saputo Joey Saputo 1000 cuori rossoblu

Il Resto del Carlino - Il punto sulla questione stadio

Scritto da  Feb 18, 2020

Le procedure per il nuovo stadio stanno procedendo senza sosta in questi giorni, anche senza il patron Joey Saputo, che proprio oggi farà ritorno a Montreal per questioni di lavoro. 
Il presidente del Bologna ha dato il via libera per il piano finanziario, e non potendo essere sempre presente ha incaricato l'amministratore delegato del Bologna Claudio Fenucci di occuparsi dei fogli per il via alla ristrutturazione, che dovranno essere presentati a Palazzo D'Accursio. E' probabile che ciò possa avvenire tra giovedì e venerdì. 
Non ci sarà, quindi, un incontro tra Saputo e il sindaco Merola. Tuttavia, questo non significa che la situazione sia ferma, al contrario. Il progetto per il restyling del Dall'Ara e dell'antistadio verrà presentato appunto in questi giorni dalla società Bologna Stadio Spa, che vede Saputo come presidente e Fenucci come vicepresidente esecutivo.
Da quando la documentazione relativa alla ristrutturazione verrà presentata, il Comune avrà 90 giorni di tempo per sostenere la pubblica utilità del progetto e 120 giorni per la conferenza dei servizi. Esso dovrà finanziare il progetto con circa 30 milioni di euro, sui 90 totali.
Il Bologna intanto si guarda intorno per cercare uno stadio nel periodo in cui inizieranno i lavori di ristrutturazione del Dall'Ara. L'ipotesi, al momento, più probabile sembra essere lo stadio Benelli di Ravenna, che pare aver superato le ipotesi di Modena e Ferrara. Qualora il Bologna decidesse di giocare a Ravenna, si renderebbero necessari dei lavori al Benelli. Non è da escludere l'ipotesi di una costruzione di uno stadio temporaneo o di giocare lo stesso al Dall'Ara, lavorando a blocchi e chiudendo a turno i diversi settori.

(Fonte: Il Resto del Carlino - Marcello Giordano)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.