foto SkySport foto SkySport

Il Bologna fatica ma riassesta: con l'Udinese è 1 a 1

Scritto da  Feb 22, 2020

BOLOGNA - Complici le assenze, il Bologna fatica troppo e rischia la seconda sconfitta casalinga consecutiva. All’Udinese non basta un colpo di testa di Okaka nel primo tempo per portarsi a casa l’intera posta. È Palacio il «riequilibratore» in casa rossoblù.

Come detto, squadra ampiamente rimaneggiata quella guidata da Sinisa Mihajlovic, con la panchina formata quasi esclusivamente da ragazzi provenienti dalla Primavera. Nell’Udinese dell’ex Gotti, Okaka e Lasagna a formare l’attacco friulano.

Passata una prima fase (piuttosto lunga) di studio reciproco, il primo tiro che inquadra lo specchio della porta avversaria è dell’Udinese al 24’: Da Costa è pronto e blocca a terra.

Risponde il Bologna, un minuto più tardi, con Orsolini: la conclusione impensierisce Musso che devia in angolo.

Al 27’, ci prova Skov Olsen da fuori area: il tiro è pericoloso ma lambisce il palo alla destra di Musso senza inquadrare lo specchio.

È però l’Udinese che ne approfitta e, al 32’, Okaka approfitta di un cross arrivato dalla trequarti e infila di testa Da Costa. 0 a 1 e il Bologna si trova a dover attuare una reazione.

Al 42’, una deviazione bianconera su un tiro di Barrow preoccupa parzialmente Musso che, comunque, riesce a bloccare in tuffo.

Botta di Barrow da fuori area nel secondo minuto dei tre concessi da Pasqua; anche in questo caso il pericolo è più supposto che sostanziale.

La partita si interrompe per l’intervallo senza segnalare altro in cronaca.

Nel secondo tempo, la prima occasione capita, al 52’, nei piedi di Orsolini che, tuttavia, defilato, trova Musso a proteggere il primo palo, conquistando solo un corner.

Al 58’, Mihajlovic sostituisce un deludente Skov Olsen con un ragazzo della Primavera, Baldursson. 

AL 62’, ancora Bologna ma il tiro da fuori di Palacio, ancora una volta, non inquadra lo specchio della porta.

Chiude Mbaye su Lasagna al 74’: il giocatore bianconero aveva cercato una volee dopo un cross dalla destra.

L’occasione migliore per i rossoblù arriva all’83’ attraverso una combinazione tra Dominguez e Orsolini: il tiro dell’attaccante marchigiano finisce tuttavia largo.

Ci prova poi Baldursson all’88’ ma il tiro eseguito da dentro l’area trova una deviazione e conquista solo un angolo.

Nel primo minuto di recupero, però, il Bologna trova l’agognato pareggio. È Palacio che sfrutta al meglio un pallone che arriva in area e trova pronto l’argentino a infilare in rete. 1 a 1 e il Bologna va a ritrovare un equilibrio che sembrava più difficile del previsto. Ancora una volta, la decima, il Bologna rimette a posto le cose negli ultimi dieci minuti di gara.

Finisce così in parità la gara tra Bologna e Udinese con la squadra di casa che riprende una partita che è parsa, fino all’ultimo, più complicata di quanto ci si sarebbe aspettato.

 

BOLOGNA (4-2-3-1): Da Costa; Tomiyasu, Bani, Danilo, Mbaye; Poli (81’ Juwara), Dominguez; Skov Olsen 58’ Baldursson), Orsolini, Palacio, Barrow. All.: Sinisa Mihajlovic.

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Troost Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, De Paul, Mandragora, Fofana (63’ Walace), Sema (37’ Zeegelaar); Okaka, Lasagna (80’ Jajalo). All.: Luca Gotti

Arbitro: Pasqua da Tivoli (assistenti Cecconi e Pagnotta; IV uomo: Volpi; Var Di Paolo, assistente Meli)

Reti: 32’ Okaka (U), 91’ Palacio (B)

 

Ammoniti: 50’ Mbaye (B), 50’ De Paul, 84’ Okaka (U).

Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.