Gazzetta dello Sport - Orsolini: "Inutile parlare di Juve, qui sto bene. E il mio gol più bello è stato quello contro la Fiorentina" Fonte immagine: www.bolognafc.it

Gazzetta dello Sport - Orsolini: "Inutile parlare di Juve, qui sto bene. E il mio gol più bello è stato quello contro la Fiorentina"

Scritto da  Mar 22, 2020

E’ in uscita oggi su Gazzetta dello Sport l’intervista a Riccardo Orsolini a cura di Matteo Dalla Vite, in cui l’attaccante parla del futuro, in un momento in cui il campionato è fermo causa Covid-19. E la voglia di normalità viene sottolineata subito con Riccardo che racconta che in casa ha fatto una corsa sul tapis-roulant inscenando poi l’esultanza sotto la Bulgarelli, perché la voglia di calcio e di riabbracciare i tifosi è tanta.

Ma l’intervista continua concentrandosi su Orslini, che ammette di essere cresciuto tanto e che a Bergamo non giocava anche perché era più bambino e quindi non era pronto per la Serie A. A Bologna è cambiato, anche grazie alla fiducia che ha sentito attorno a sé, oltre che per questa maturazione caratteriale personale. Una spinta sicuramente l’ha data Mihajlovic, che lo chiamò dall’ospedale per sgridarlo per un comportamento sbagliato in amichevole.

Si passa quindi al capitolo che più ha fatto discutere nei mesi prima del fermo del campionato: la Juventus. Orsolini sottolinea che a Bologna sta bene e vorrebbe restare ed al rilievo fatto da Dalla Vite che la società lo ha dichiarato non sul mercato, Orsolini risponde che allora non c’è bisogno di parlare della Juventus, perché qui si sente importante, gioca e si diverte.

Si torna a parlare poi di calcio giocato pensando al gol più bello ed Orsolini cita chiaramente il gol al debutto con la Nazionale di Mancini, ed anche a quello segnato di destro a Lecce, ma quello più bello in assoluto secondo lui è quello contro la Fiorentina, in cui una “sana follia” lo ha fatto tirare da posizione improbabile nonostante il pensiero delle critiche dei giornali e degli insulti dei compagni e dello staff tecnico… e non a caso ricorda che Sinisa, a cui vuole un gran bene e con cui si è creato un rapporto che Orsolini non avrebbe mai potuto immaginare, gli dice spesso che senza di lui non sarebbe un c****.

Chiusura con un commento sulle tante ammonizioni prese dal Bologna e col dispiacere di vedere slittare gli Europei, ma soprattutto con la voglia di veder finire questa emergenza e poter di nuovo tornare in campo.

Ultima modifica il Domenica, 22 Marzo 2020 08:32
Simone Zanetti

Simone Zanetti, parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu e web-master del sito.
Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.