Claudio Fenucci Claudio Fenucci 1000 cuori rossoblu - Valentino Orsini

Il Resto del Carlino - Il Coronavirus mette a rischio anche il ritiro estivo del Bologna

Scritto da  Mar 24, 2020

La Serie A, al momento, è ancora ferma. Nessuno ancora sa con certezza quando si ripartirà con il campionato. 
L'ipotesi, e la speranza, è quella di ripartire intorno all'inizio di maggio. Ad oggi, però, pare difficile avere certezze, è ancora troppo presto. La cosa sicura è che ciò comporterà ingenti danni e perdite per i club di Serie A. Proprio per questo motivo i club spingono molto affinché il campionato si concluda, per limitare i danni.
Oggi la Lega Calcio si riunirà nuovamente in una videoconferenza per discutere di tali problemi.
Ma oltre a ciò, si aggiunge la questione del ritiro estivo.

Normalmente, è questo il periodo dove si inizia a decidere data e luogo del ritiro per il periodo estivo, anche per il Bologna ovviamente.
Quest'anno, però, il ritiro estivo rappresenta un problema al quale, per il momento, non c'è ancora una soluzione. 
In primo luogo perché se davvero il campionato dovesse protrarsi fino a luglio ed eventualmente anche ad agosto, il ritiro salterebbe in automatico. Ma anche se la Serie A dovesse finire il 30 giugno, ipotesi ad oggi difficile, non è comunque detto che si riesca a fare il ritiro estivo.
Per quattro degli ultimi cinque anni il Bologna ha trascorso parte del precampionato a Casterlotto, in Alto Adige. Quest'anno, però, la società sembrava indirizzata sul tornare a Pinzolo ,in Trentino, località in cui il Bologna trascorse il ritiro con Inzaghi alla guida. Il luogo piace molto alla società rossoblu, in quanto molto all'avanguardia per quanto riguarda i ritiri delle squadre di calcio, ha infatti ospitato più volte il Milan, la Roma, l'Inter e la Juventus.
Tuttavia, il Coronavirus è arrivato anche in Trentino Alto Adige. In particolare, a Castelrotto si sono registrati più o meno 50 casi.
A Pinzolo la situazione non è migliore: 30 contagi in un comune di tremila abitanti.
Numeri che non permettono di stare tranquilli.

Quindi, ad oggi è molto difficile ipotizzare cosa realmente accadrà. Nessuno, al momento, è in grado di dare certezze su quando il campionato ripartirà, su quando si concluderà.
Inoltre, non si sa quando il turismo, sportivo e non, potrà ripartire regolarmente. 
Oggi la Lega si prenderà del tempo per discutere in videoconferenza anche della questione ritiri; probabile che si parli anche del blocco degli stipendi di marzo, in tal caso il Bologna risparmierebbe ben 4 milioni.
Si attendono sviluppi nei prossimi giorni

(Fonte: Il Resto del Carlino - Marcello Giordano)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.