Progetto Dall'Ara Progetto Dall'Ara calcioefinanza.it

il Resto del Carlino – Operazione Dall’Ara in corso

Scritto da  Mar 26, 2020


Il Bologna si è fermato ma la trattativa stadio continua: a giorni la svolta. 
Nonostante l’incertezza dei mercati finanziari di tutto il mondo – causata dall’emergenza sanitaria in corso – Saputo e il suo Bologna pianificano il rilancio delle strutture del club.
L’ad rossoblù Fenucci si sta muovendo, si sono tenute (e sono in programma) numerose videoconferenze per la definizione degli schemi d’attuazione futuri. Come sottolinea Marcello Giordano ne il Resto del Carlino, il club – a breve – firmerà i documenti per ottenere i fondi necessari al rinnovo della struttura.

Tra le trattative in corso troviamo il Coni e l’Istituto per il Credito Sportivo. Entro poco è prevista la firma del club felsineo per il mutuo. Quest’ultimo sarà il punto di partenza per i lavori di ristrutturazione dello stadio e dell’Antistadio. 
L’iniziativa di riqualificazione del Dall’Ara ha visto i costi lievitare: dai 65-70 iniziali ai 90-100 milioni attuali.
Dopo aver rifiutato il primo progetto – e prima dell’emergenza Covid, che prevedeva l’inizio dei lavori nell’estate 2021 – il Comune si era detto pronto ad investire 30 milioni. Non resta che capire se Palazzo d’Accursio sia ancora disposto a farlo. 
Se l’Istituto per il Credito Sportivo arriverà in supporto alla società bolognese sarà merito dell’autorevolezza del progetto ritenuto una garanzia come l’intera società.

La pianificazione del nuovo Dall’Ara, presentata più di un anno fa, compie passi avanti e il Bologna resta in attesa di dettagli per la definizione delle carte necessarie all’apertura del mutuo e del finanziamento.

Ultima modifica il Giovedì, 26 Marzo 2020 08:27
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.