Joey Saputo Joey Saputo fonte immagine: Valentino Orsini/1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC, il conto salato dell'emergenza virus

Scritto da  Mar 27, 2020

L’emergenza Covid-19 sta pesando sul calcio come un macigno. Come in altri settori anche il calcio soffre e soffrirà forse di mancati introiti. Tuttavia, molte società avranno notevole difficoltà a riprendere una normale attività dopo questa crisi.

Come scrive oggi Massimo Vitali su Il Resto del Carlino, il Bologna di Saputo inizia a fare i conti con la situazione. Saputo è stato a Bologna l’ultima volta era stato a Bologna per assistere a Bologna-Genoa lo scorso 15 febbraio. La partita finì 0-3 per i liguri, ma il patron bolognese ebbe anche un incontro col sindaco Merola, che confermò l’impegno sulla ricostruzione del Dall’Ara. Oggi però con l’emergenza in atto, è difficile immaginare e capire se l’amministrazione sarà ancora in grado di garantire quell’aiuto da circa 30 milioni che aveva promesso per la ricostruzione dell’impianto.

Saputo nel corso di questi anni ha già immesso nelle casse del club 150 milioni, e i segnali che filtrano da Casteldebole circa il suo impegno verso il Bologna e Bologna lasciano ben sperare per il futuro. Spalle coperte, anche perché ci sono dei progetti da portare a termine.

Presto, fanno sapere da Casteldebole, verrà sottoscritto il mutuo col Credito Sportivo per i lavori dello stadio. Un investimento che porterà Saputo a immettere oltre 200 milioni nelle casse del club. Quello che preoccupa però è lo svincolo dall’impegno preso da parte del Comune. A fronte di questa crisi che metterà l’amministrazione davanti a delle priorità. A quel punto per Saputo, con il Dall’Ara che costerà tra i 90 e i 100 milioni, quota 200 non solo verrà sforata, ma diventerà un ricordo.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.