Marco Di Vaio a CasaSkySport: "Questo Bologna ha un progetto serio. Oggi mi rispecchio in..." Pinterest

Marco Di Vaio a CasaSkySport: "Questo Bologna ha un progetto serio. Oggi mi rispecchio in..."

Scritto da  Mar 31, 2020

Pochi minuti fa Marco Di Vaio ha parlato a CasaSkySport, in onda su Sky Sport 24. Tanti i temi trattati, dall'attuale situazione del Paese fino ad arrivare alla stagione del Bologna.

Sui rossoblu: "Ora siamo a metà classifica e non tanto lontani dalla zona Europa League. Vogliamo lottare fino alla fine se dovesse riprendere il campionato. L'anno scorso è stato una stagione di formazione, dopo la salvezza dello scorso anno. Ora vogliamo continuità, stiamo consolidando un grande gruppo che è lo stesso da un pò di tempo ormai. Nelle ultime sessione di mercato abbiamo scommesso sui giovani, li abbiamo aggiunti ad una buona base. Adesso stiamo condividendo con Sinisa un buon percorso. C'è chi esploso prima, come Orsolini e Tomiyasu, e chi si deve ancora affermare o confermare. Abbiamo tanta qualità e anche esperienza, come Danilo e Palacio. L'idea della società è questa: valorizzare i giovani e cercare una continuità in campionato".

Sull'esperienza a Montreal: "La città è molto bella, è stata un'esperienza di vita eccezionale. Abbiamo scoperto un mondo diverso che ha aperto la mente a me e le mie figlie. Li il calcio non è ancora al nostro livello ma sta crescendo molto. Noi lo seguiamo molto e devo dire che è molto organizzato. Sta investendo molto. L'ultimo viaggio che ho fatto mi ha fatto scoprire molti talenti". 

Il difensore più forte che ha affrontato: "Sicuramente Fabio Cannavaro, quando sono stato a Parma ho avuto una buona palestra di allenamento. Ho affrontato difensori rocciosi che mi hanno aiutato molto nella mia crescita. Penso però che il difensore più forte sia stato Alessandro Nesta".

In quale attaccante ti rivedi? "In Immobile, per caratteristiche tecniche. Mi piace molto il suo modo di giocare, mi rivedo in lui".

Da piccolo avevi un poster particolare nella tua camera?: "Sì, quello di Bruno Giordano. Lo ammiravo molto e mi faceva piacere pensare che potessi avere qualche sua qualità".

 

Ultima modifica il Martedì, 31 Marzo 2020 15:02
Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.