Claudio Fenucci Claudio Fenucci 1000 cuori rossoblu - Valentino Orsini

Il Resto del Carlino - Il Bologna pronto a ridiscutere gli ingaggi

Scritto da  Apr 07, 2020

Non si sa ancora se e soprattutto quando il campionato potrà riprendere.
Molti club spingono affinché la stagione venga conclusa, ma la questione è ancora aperta, e nessuna decisione ufficiale è stata presa per ora.

Nel frattempo, i club di Serie A hanno vari nodi da sciogliere: tra questi c'è la questione degli ingaggi.
Il Bologna sembra essere pronto a tagliare gli stipendi non solo ai calciatori, ma anche allo staff tecnico e alla dirigenza.
Il Bologna è sempre stato d'accordo sul taglio degli ingaggi, per cercare di risparmiare qualcosa; attendeva solo che la Lega trovasse un accordo condiviso, per avere una linea comune da seguire.
Ora che l'accordo è finalmente stato trovato, l'ad rossoblu Fenucci si prepara a trattare con ogni singolo componente della rosa, dello staff tecnico e dirigenziale. Tuttavia, non è da escludere che l'Assocalciatori possa ancora trovare un accordo collettivo.

Ad ogni modo, il Bologna è pronto a trattare con i suoi giocatori, con Andrea Poli che sarà il rappresentante della rosa, dal momento che ne è il capitano.
Il monte ingaggi dei rossoblu, attualmente, si aggira attorno ai 42 milioni di euro. Qualora il campionato dovesse riprendere a giugno, i rossoblu risparmierebbero circa 7 milioni lordi, con il taglio di due mesi di stipendio. Questi 7 milioni diventerebbero 9 dal momento che il taglio degli ingaggi avverrà anche per lo staff tecnico e per la dirigenza.

Nel caso in cui, invece, non si dovesse riprendere il campionato, il Bologna potrebbe richiedere il taglio di quattro mensilità. A quel punto i milioni risparmiati sarebbero 14, che diventerebbero 18 se includiamo anche società e staff tecnico.
I calciatori hanno dato il consenso al dialogo, e sembrano essere favorevoli a ridursi gli ingaggi. Essi sono ben consapevoli che bisogna dare una mano tutti quanti insieme per cercare di salvaguardare il calcio, in questa fase di emergenza nazionale.
Il Bologna, comunque, non toccherà gli ingaggi dei giocatori al minimo salariale, quindi intorno ai 22mila euro.

Nei prossimi giorni si attendono ulteriori sviluppi.

(Fonte: Il Resto del Carlino, Marcello Giordano)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.