L'AD del Bologna Claudio Fenucci L'AD del Bologna Claudio Fenucci fonte immagine: Valentino Orsini/1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino - Bologna FC, Fenucci: "Pronti a firmare l'accordo con il Credito Sportivo"

Scritto da  Apr 15, 2020

Un punto di ripartenza, questo segnano le parole di Claudio Fenucci, AD del Bologna, che ieri durante “Il Volo del Colibrì” è intervenuto ai microfoni di Radio Bologna. L’Amministratore delegato ha spiegato i prossimi importantissimi passi del club riguardo il restyling del Dall’Ara, senza dimenticare la situazione che sta attraversando il mondo.

Marcello Giordano su Il Resto del Carlino stamattina riporta le dichiarazioni di Fenucci alla trasmissione radiofonica realizzata in collaborazione con il Dipartimento Cultura e promozione della Città: «Siamo vicinissimi alla firma del contratto con il Credito Sportivo per il finanziamento dell’operazione di restyling del Dall’Ara. Mancano davvero solo le ultime firme. Fatto questo, potremo andare avanti con la presentazione ufficiale».

La firma del Credito Sportivo garantirà al Bologna la linea di credito utile per il finanziamento dell’opera. Un’altra parte dovrebbe essere finanziata dal Comune di Bologna. Infatti, dopo l’ok e la firma dell’ente, che dovrebbe avvenire per stessa ammissione del Credito Sportivo entro venerdì, il Bologna tornerà a dialogare con Palazzo d’Accursio per capire se l’emergenza abbia cambiato i margini dell’operazione per quanto riguarda il finanziamento da 30 milioni che la città aveva dichiarato di essere pronta a usare per il nuovo Dall’Ara.

Fenucci però non si è limitato ad aggiornare su operazioni già ben note, ha anche fatto il punto su altri aspetti del progetto: «Dopo le ultime riunioni fatte, posso dire che siamo abbastanza vicini anche alla definizione del partner industriale. Manca la sottoscrizione di alcuni documenti formali».
Passi avanti importantissimi, che lasciano intravedere la fumata bianca per il progetto che rappresenterà a questo punto un treno per la ripartenza del Bologna nell’era post-Covid: «Per far ripartire il Paese serviranno investimenti pubblici e privati. Il restyling del Dall’Ara sarà la prima partnership tra pubblico e privato riguardante lo stadio in Italia. Può essere un’occasione importante per ripartire anche in termini economici, perché avrà ricaduta benefica sulle imprese e sul lavoro del territorio».

Le parole dell’AD sottolineano l’importanza del progetto e della partecipazione dell’istituzione pubblica alla nascita di un progetto tanto atteso e che ora inizia a vedere la luce.

Luce in fondo al tunnel che vede anche la Serie A, o almeno così pare, Fenucci però non si sbilancia: «Aspettiamo, siamo tutti consapevoli che la decisione spetta alla politica. Nel frattempo, pensiamo ad organizzare l’eventuale ripresa in condizioni di sicurezza».

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.